Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Ospedale San Carlo, medici incontrano assessore Leone

Leone ha riunito i direttori di dipartimento regionale per riportare un clima di reciproca fiducia nella struttura

Più informazioni su

Abbiamo parlato di riorganizzazione dei servizi e della necessità di ridare all’Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza la sua identità di punto di eccellenza per l’intero territorio: ho ascoltato le motivazioni dei medici e le problematiche da loro esposte, sono convinto che è stato compiuto un passo importante per ritornare ad una maggiore serenità”. Lo ha dichiarato oggi, a Potenza, l’assessore regionale alla Salute e alle Politiche sociali, Rocco Leone, al termine di un incontro – che si è svolto a porte chiuse nella Sala Inguscio della Regione – con i direttori dipartimento dell’azienda regionale San Carlo di Potenza.

La riunione era stata convocata dall’esponente della giunta Bardi per un confronto istituzionale finalizzato a riportare un clima di reciproca fiducia, dopo una lettera aperta in cui i professionisti dell’azienda ospedaliera avevano criticato alcune decisioni del direttore generale, Massimo Barresi. Con l’assessore Leone c’era anche il consigliere regionale e segretario della IV Commissione – Politica sociale, Gerardo Bellettieri. “Credo che tutti – ha detto ancora l’assessore Leone – abbiano ora un animo più sereno.

Mi sono rivolto con chiarezza agli attori del sistema sanitario del San Carlo: esistevano frizioni con il direttore Barresi, che spero ora siano chiarite: c’è tutta la buona volontà di recuperare un rapporto proficuo di collaborazione nell’interesse dei cittadini. Da oggi in poi sono convinto che ogni decisione sarà condivisa. Continuerò, naturalmente, a fare da mediatore tra le parti nell’interesse della salute dei lucani, che per noi rappresenta la vera priorità”.

Più informazioni su