Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Ufficio stampa Giunta: il direttore, dopo le polemiche, rinuncia all’aumento di stipendio

Il giornalista Massimo Calenda scrive a Bardi: "Mi duole constatare che tale legittima determinazione ha suscitato polemiche infondate e critiche scomposte"

Nel ringraziare il presidente Bardi per la nomina a Capo Ufficio Stampa della Giunta regionale, il giornalista Massimo Calenda annuncia di voler rinunciare alla quota di trattamento economico aggiuntivo, 40mila euro l’anno in più rispetto ai suoi predecessori, che gli era stata riconosciuta. La notizia, nei giorni scorsi, aveva scatenato diverse polemiche ed era stata oggetto di un’interrogazione a firma dei consiglieri di opposizione Braia, Polese, Cifarelli e Trerotola. 

“Gentile Presidente, Caro Bardi-scrive Calenda-desidero in primo luogo ringraziarti per la fiducia e la responsabilità attribuitami con il conferimento dell’incarico di Capo ufficio stampa della Regione Basilicata, formalizzato di recente con deliberazione della Giunta.

Sul punto-prosegue il Direttore dell’Ufficio stampa della Giunta- mi duole constatare che tale legittima determinazione ha suscitato polemiche infondate e critiche scomposte nei Tuoi riguardi, così come nei confronti della Giunta da Te presieduta.

Per queste ragioni, al fine di eliminare ogni qualsiasi contestazione strumentale che possa riflettersi negativamente sull’azione di Governo della Regione, ritengo conseguentemente di rinunciare a quella quota di trattamento economico aggiuntivo riconosciuto in ragione della specifica qualificazione professionale posseduta.

In questa fase di riorganizzazione degli uffici di diretta collaborazione, auspico naturalmente che il settore della Comunicazione possa essere oggetto di accurata attenzione e di opportuna razionalizzazione, per l’importanza strategica che riveste per l’azione di Governo regionale, che con tanta dedizione e responsabilità stai indirizzando.

A tua disposizione-conclude il giornalista- per ogni iniziativa utile per riavviare un proficuo lavoro di rilancio dell’azione della Regione Basilicata anche in ambito nazionale, colgo l’occasione per inviarti i più cari saluti”.