Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Acerenza, Gino Castaldo racconta la musica italiana alla Notte bianca

Critico musicale, storica penna di Repubblica e speaker di Rai Radio 2

Mancano poche ore all’apertura della Notte Bianca, organizzata dalla Pro Loco di Acerenza, giunta alla sua sesta edizione. Il cartellone degli eventi è variopinto, dedicato a tutte le fasce d’età. “Lo start è previsto alle ore 19:00 con l’apertura degli stand artigianali e dello street food – afferma il presidente Luciano D’Andria – che sono dislocati lungo le vie del centro storico del nostro borgo”. L’animazione della piazza dedicata ai bambini è affidata ai Taaluma Party, che intratterranno i più piccoli dalle ore 19:30 in largo Assunzione di Maria Vergine.

Il punto focale della manifestazione è racchiuso nella performance artistica di uno tra i critici musicali più apprezzati d’Italia, Gino Castaldo storica penna de La Repubblica e voce, tra gli altri, di Back2Back programma di Rai Radio2 con Ema Stokholma. “Il romanzo della canzone italiana”, edito da Einaudi nel 2018, è l’ultima sua fatica letteraria alla quale si ispira la serata in programma ad Acerenza. “Con Castaldo ripercorreremo le tappe più importanti della musica italiana – segue il presidente – siamo onorati di poter ospitare un nome così prestigioso del giornalismo italiano”.

All’evento che si svolgerà in largo Gianturco dalle ore 22:00, seguirà in anteprima la proiezione del nuovo video promozionale “Acerenza: volo d’aquila” realizzato da Canio Scattone ed Elena Monaco. La Notte Bianca si concluderà con un immancabile momento di festa. La discoteca di Anthony M. e Rijaay, infatti, traghetterà gli spettatori da mezzanotte fino alle prime luci dell’alba. La Cattedrale di Santa Maria Assunta, cuore pulsante del piccolo borgo lucano, le numerose chiesette e i musei resteranno aperti per garantire a tutti gli interessati di visitarli fino a mezzanotte.