Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Cantinetta per il vino: qual è quella che fa per te?

Il problema è come portalo alla temperatura giusta, soprattutto se non si dispone di una cantina o di un frigo apposito. Per risolvere questo problema, fortunatamente oggigiorno è possibile contare su un pratico elettrodomestico: la cantinetta per il vino.

Più informazioni su

Invitare amici e parenti a casa per una cena è sempre un piacere. In queste occasioni non può mai mancare un buon vino da abbinare alle pietanze che si decide di servire. Il problema è come portalo alla temperatura giusta, soprattutto se non si dispone di una cantina o di un frigo apposito. Per risolvere questo problema, fortunatamente oggigiorno è possibile contare su un pratico elettrodomestico: la cantinetta per il vino.

Di fatto, si tratta di un apparecchio che ricrea al suo interno le migliori condizioni per la conservazione di questa bevanda. Ma è ideale per tutte le abitazioni? Di fatto, esistono diversi modelli in commercio tra i quali è possibile scegliere, in modo da trovare la soluzione più adeguata alle proprie necessità.

Tuttavia, per non commettere errori, oltre alle dimensioni, che sono fondamentali, soprattutto se non si dispone di un’abitazione ampia, è necessario capire se sia meglio puntare ad una cantinetta temperata o climatizzata. Ma in che cosa differiscono? La prima tipologia è pensata per portare le bevande ad una temperatura perfetta per l’utilizzo, mentre la seconda genera un clima ideale anche per la lunga conservazione.

Differenze cantinette per il vino: quali sono?

Oltre alle tipologie indicate poco sopra, è possibile trovare in commercio anche cantinette monotemperatura o multitemperatura. Nel primo caso, all’interno dell’apparecchio, è possibile trovare una temperatura unica ed uniforme, mentre nel secondo caso è possibile adottare un clima differente tra uno scomparto e l’altro.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che questi interessanti elettrodomestici di distinguono anche in base al design, che può essere più o meno ricercato, a seconda delle esigenze estetiche, dell’ambiente di destinazione e del budget a disposizione.

Differenze si possono avere anche per quanto riguarda i materiali di costruzione. Infatti, è possibile acquistare una cantinetta vino legno, acciaio o vetro. Prima dell’acquisto, però, è bene scegliere se puntare su un modello ad incasso o a libera installazione. In questo caso molto dipende dall’arredamento di cui si dispone e se vi sono eventuali problemi di inserimento.

Accessori cantinette per il vino: a quali è bene puntare?

Valutare gli accessori prima di procedere con l’acquisto di una cantinetta per conservare al meglio il vino è importante, poiché sono quelli che fanno lievitare maggiormente il prezzo. Molto richiesta è la funzione party, che prevede un vano a parte, che può essere aperto separatamente, in modo da potersi servire durante le feste, senza alterare il clima degli altri scomparti.

Interessante è anche lo sbrinamento automatico, un accessorio che è possibile trovare esclusivamente nei modelli climatizzati. É davvero utile, in quanto permette di risparmiare tempo, ma soprattutto energia. Tuttavia, è possibile optare anche per il sistema antivibrazione e per la serratura della porta del vano, che può essere determinante se in casa sono presenti dei bambini.

Ovviamente, onde evitare di spendere soldi inutilmente, è importante valutare cosa veramente serve. Fai tante cene o pranzi con amici o parenti? Hai dei pargoli che girano per l’appartamento? Avere certi comfort è inutile se non li si utilizza.

Più informazioni su