Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Fiammate al Cova, Polese: “Noi lo abbiamo chiuso. Rosa e Bardi cosa intendono fare?”

Il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario annuncia la presentazione di una interrogazione insieme a Cifarelli, Pittella, Braia e Trerotola

Siamo estremamente curiosi di capire quali pratiche innovative metterà in campo concretamente l’assessore Gianni Rosa insieme al presidente della Regione, Vito Bardi per comprendere cosa sta avvenendo al Centro Oli Eni di Viggiano dove da alcuni giorni si stanno verificando fiammate anomale dai camini dell’impianto petrolifero”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale della Basilicata, Mario Polese che annuncia la presentazione di una interrogazione consiliare a risposta immediata insieme ai consiglieri regionali del centrosinistra Roberto Cifarelli, Marcello Pittella, Luca Braia e Carlo Trerotola.

“Abbiamo appena appreso della convocazione di un tavolo da parte dello stesso Rosa con Eni, Arpab, Ispra e le amministrazioni locali che si svolgerà lunedì. Nulla di nuovo rispetto al passato.

Quello che auspichiamo è che Gianni Rosa, in coerenza con il suo passato da oppositore durante il quale a ogni fiammata del Cova gridava allo scandalo e alimentava sospetti infondati, oggi faccia ammenda e provi a lavorare con sincerità cercando di addivenire alla verità”, sottolinea Polese che conclude: “Noi nella scorsa legislatura siamo arrivati addirittura a chiudere il Cova per un periodo molto lungo pur di garantire la salute dei cittadini e dell’Ambiente. Siamo in attesa di vedere cosa saprà fare l’assessore in questo caso”.