Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Fiammate Centro Oli Viggiano, Bardi e Rosa convocano Eni

L'incontro è convocato per lunedì 16 settembre

Più informazioni su

Dopo le fiammate al Centro Olio di Viggiano e la conseguente fuoriuscita di odori nauseabondi che si stanno registrando da alcuni giorni nell’impianto di estrazione petrolifera dell’Eni, e che tanto stanno preoccupando i cittadini anche la Regione Basilicata vuole vederci chiaro. 

L’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, ha annunciato che con il presidente Bardi ha condiviso la convocazione di un tavolo con Eni, Arpab, Ispra, Provincia di Potenza, Comuni di Viggiano e Grumento Nova e il Dipartimento Ambiente, a seguito del perdurare delle fiammate al Centro Olio di Viggiano. L’incontro è stato programmato per lunedì prossimo, 16 settembre, nella sede dell’assessorato.

Subito dopo aver appreso della fiammata del Centro Olio di Viggiano-spiega Rosa- già lunedì scorso, avevo formalmente chiesto chiarimenti ad Arpab ed Eni. Eni ha fatto sapere che l’episodio degli scorsi giorni è stato dovuto a un calo dell’energia elettrica. Tuttavia, questi episodi sono continuati.

Poiché già nel 2014, l’Unmig prescrisse alla società petrolifera di adeguare l’impianto fino a renderlo autonomo energeticamente e nel 2015 l’Eni assicurò che si stava provvedendo a mettere in funzione un’altra turbina, intendo capire se le prescrizioni sono state ottemperate e se sono sufficienti a evitare il black out energetico. Se invece le fiammate sono dovute ad altro, è bene chiarire una volta per tutte. All’esito dell’incontro-conclude l’assessore- insieme al presidente Bardi, valuteremo quali provvedimenti prendere”.

Più informazioni su