Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

La Gran Loggia Liberale d’Italia incontra Aliano: fondi per il Parco Levi foto

Diverse iniziative caratterizzeranno la tre giorni in Basilicata, patrocinata dall’Amministrazione comunale di Aliano

Cultura, musica e solidarietà. L‘associazione Gran Loggia Liberale d’Italia da oggi (venerdì) a domenica sarà in Basilicata, tra i suggestivi scenari di Aliano e Matera, quest’anno capitale europea della cultura.

Diverse iniziative caratterizzeranno la tre giorni in Basilicata, patrocinata dall’Amministrazione comunale di Aliano. E alle 18 (venerdì) in una cerimonia pubblica, l’associazione guidata da Marco Galeazzi donerà aiuti proprio al “Parco Letterario Carlo Levi” del piccolo centro materano per contribuire alla diffusione del ricordo del grande scrittore torinese. Case, stradine, ma anche paesaggi e campagne raccontati in “Cristo si è fermato a Eboli”, sono un patrimonio culturale e ambientale da proteggere, valorizzare e da rendere sempre più fruibile ai visitatori attraverso percorsi sensoriali per far rivivere il ricordo del  letterato e far provare, gustare, sentire, toccare e osservare tutto ciò che ha portato l’autore a scrivere pagine storiche della letteratura. Si possono visitare la casa restaurata dove abitò, assistere a spettacoli teatrali all’aperto, ammirare la mostra permanente o il set del film a cui è ispirato il suo celebre romanzo.

L’idea del Parco Letterario nasce nel 1998 ma il primo impulso risale alla fine degli anni Ottanta per opera della Fondazione Ippolito Nievo. La sua trasformazione in strategia di sviluppo territoriale locale prende forma dall’azione propulsiva dell’Unione Europea che vara appositi incentivi e misure per investimenti turistici. Tappa fondamentale, la partecipazione al concorso d’idee “Sovvenzione Globale Parchi Letterari” all’interno del quale è risultato fra i 16 vincitori e da quel momento in poi si è operato nell’intento di agganciare al coinvolgimento culturale per la figura e l’opera dello scrittore un interesse turistico per i luoghi in cui si svolse la sua vicenda.

Sabato l’appuntamento è invece a Matera per discutere di filosofia. Dalle 16,30 all’Hotel Mh di Matera in via Germania convegno su “Pitagora, Parmenide, Empedocle: la Magna Grecia e le radici della tradizione iniziatica”. Relatori Angelo Tonelli, tra i maggiori studiosi e traduttori italiani di classici greci, e il presidente dell’associazione Gran Loggia Liberale d’Italia, Marco Galeazzi. A seguire, l’esibizione “L’art de la Modulation”, composto nel 1755 da André François Danican Philidor. E’ una raccolta di sei concerti per flauto o oboe, due violini e basso continuo. L’esecuzione sarà affidata all’Ensemble Labirinto Armonico. Philidor fu tra l’altro amico del compositore materano Egidio Romualdo Duni con il quale scrisse l’opera La rosière de Salenci.