Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Accordo Eni-Regione: “Il governo Bardi tratta con Eni ma non si è costituito in giudizio sul disastro ambientale”

I consiglieri di centrosinistra: "Con quale forza politica siede al tavolo delle trattative?"

“Non è tollerabile che la ricontrattazione con Eni venga affrontata dal presidente Bardi e dalla sua Giunta come un accordo di routine”. Lo dichiarano i consiglieri regionali di centrosinistra Pittella, Braia, Cifarelli, Polese e Trerotola.

“Apprendiamo dalla stampa di un primo incontro svoltosi solo ieri con Eni, a pochi giorni dalla scadenza della concessione del 26 ottobre e con una proroga già nelle mani del colosso petrolifero. Ed é per questo che torniamo a ripetere quanto già detto. Con quale forza politica il governo regionale si siede al tavolo delle trattative allorché dinanzi alla paventata ipotesi di disastro ambientale non ha ritenuto indire un giudizio in sede legale? E con quale autorevolezza può discutere se non ha ancora ottenuto da Eni quanto richiesto per danno ambientale e di immagine?

Ed ancora, quale strada si sta perseguendo? É necessaria una strategia chiara, precisa che guardi tanto al ritorno nel breve periodo in termini di sviluppo, quanto al lungo periodo in un’ottica di fuoriuscita dal fossile. E a distanza di 20 anni dai primi accordi, non é accettabile che il governatore Bardi non ci indichi una rotta e non ascolti le associazioni, i sindaci, le parti datoriali e sociali che dovrebbero essere protagonisti in questa fase di svolta determinante per il futuro sviluppo della Basilicata.

L’assenza di concertazione, di condivisione e confronto ci fa pensare ad un’idea vaga e ad una contrattazione ridotta ad un mercanteggiamento, che condannerà la Basilicata ad un presente di incertezze e ad un futuro senza visione. Rinnoviamo pertanto il nostro appello al presidente Bardi a rivedere l’impostazione, a comunicarci quali sono i punti sui quali si basa il dialogo con Eni e a condividerlo con i lucani. Lo meritano”.

Marcello Pittella, Luca Braia (Avanti Basilicata)

Roberto Cifarelli, Mario Polese (Pd – Comunità democratiche)

Carlo Trerotola (Radici lucane)