Basilicata24 - Il quotidiano online di inchieste, approfondimenti e notizie di politica, cronaca, economia, cultura, ambiente, sport - Il quotidiano online della Basilicata dedicato a notizie di politica, cronaca, economia, cultura, sport

Spaccio di cocaina, arrestato 47enne di Castelluccio Inferiore

Il provvedimento di custodia cautelare in carcere dopo un'indagine durata oltre un anno

Un 47enne di Castelluccio Inferiore (Potenza) è stato arrestato dai carabinieri, nell’ambito di un’operazione anti droga.

Il provvedimento di custodia cautelare in carcere per l’uomo è arrivato all’esito di specifica richiesta formulata dalla Procura della Repubblica che ha concordato con le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri, in un arco temporale compreso tra il luglio 2018 e il mese scorso.

Durante l’attività di indagini sono stati ricostruiti una serie di episodi in cui lo stesso, rifornendosi di consistenti quantitativi di stupefacente nel lagonegrese, in particolare cocaina, con cadenza quasi giornaliera, si era reso autore di numerose cessioni a terzi, al prezzo di 70/90 euro cadauna, effettuate nella stessa zona, in alcuni centri del senisese e della limitrofa provincia di Cosenza.

Condotta questa reiterata nel tempo, senza che lo stesso mostrasse un minimo tentennamento, anche a fronte di più controlli effettuati nei suoi confronti dal personale della Benemerita, tanto che, nel definire un puntuale quadro probatorio, l’intesa istituzionale tra Carabinieri e Magistratura ha consentito di mettere la parola fine alla vicenda attraverso l’emissione ed immediata esecuzione della misura custodiale, evidentemente proporzionata alla gravità dei fatti e idonea a interrompere l’illecita attività delittuosa dell’uomo.

Considerazione, quest’ultima, resa tanto più veritiera in ragione di quanto verificatosi All’atto del suo arresto, eseguito con l’ausilio dell’unità antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito, durante la perquisizione domiciliare che è stata effettuata, grazie anche al fiuto del cane “Gnom”, i militari hanno rinvenuto e sequestrato nella sua abitazione 3,5 grammi circa di cocaina, 2 pugnali del genere proibito, e la somma di 400 euro in banconote contraffatte. L’uomo è stato denunciato anche per i reati di spendita di monete falsificate e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Nell’occasione fu arrestato in flagranza di reato un 26enne, residente nel leccese, responsabile anch’egli di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre a Noepoli (PZ), nella stessa nottata, i militari della locale Stazione, per il medesimo reato, deferirono in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria un 26enne e un 31enne del materano.

Al compimento degli accertamenti, i Carabinieri di Senise, imbattutisi nel ritrovamento di un mix di droghe, alcune delle quali di origine sintetica, rinvenibili meno usualmente, ne sequestrarono oltre 20 grammi, tra cui “ecstasi”, “speed”, “ketamina”, “marijuana”, “hashish” e “cocaina”.

L’operazione di servizio è da inquadrare tra le attività d’istituto quotidiane destinate ad assicurare un efficace controllo del territorio, azione che i Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza stanno sempre più intensificando, coinvolgendo i presidi territoriali, quali i Comandi di Compagnia e Stazione.