Querele a giornalisti, disegno di legge su liti temerarie approvato in Commissione giustizia

Lomuti (M5S) relatore del provvedimento: "Tutela importante"

“Il disegno di legge presentato dal collega Primo Di Nicola contro la lite temeraria è stato approvato dalla commissione Giustizia ed è pronto per l’esame e il voto dell’aula. Ho seguito personalmente il provvedimento come relatore: sono state settimane intense, dopo un confronto serrato e costruttivo abbiamo raggiunto un ottimo risultato”. E’ questo il commento del senatore del MoVimento 5 Stelle,  Arnaldo Lomuti, relatore del provvedimento in commissione Giustizia.

“Chiunque avvia in malafede liti temerarie con richieste danni sproporzionate e presenta una querela infondata e a scopo intimidatorio nei confronti di un giornalista-spiega Lomuti- potrà essere costretto da un giudice a pagare una somma non inferiore a un quarto di quella oggetto della domanda risarcitoria. È una legge che non solo da al mondo del giornalismo italiano una tutela che mancava da troppo tempo, ma che protegge la libertà di stampa ed il diritto dei cittadini ad essere informati.

Desidero ringraziare i colleghi di maggioranza della commissione Giustizia che hanno permesso di concludere positivamente il percorso e con un ottimo testo. Mi auguro -conclude il senatore pentastellato- che l’aula del Senato possa esaminarlo e approvarlo presto e che anche alla Camera si lavori in modo costruttivo”.