Quantcast

Senato approva manovra e decreto fiscale. Gallicchio (M5S): “Evitato aumento Iva”

La senatrice pentastellata lucana si dice soddisfatta del lavoro svolto e rimanda al mittente le accuse dell'opposizione

Il Senato ieri sera ha votato la fiducia al governo sulla legge di Bilancio, che adesso passa alla Camera per l’approvazione definitiva. Mentre oggi dalla Camera è arrivato il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio, approvato con il voto di fiducia appena concluso.

Tante le misure interessanti contenute nei provvedimenti, migliorati notevolmente dopo i passaggi parlamentari. E’ quanto scrive, in una nota, la senatrice lucana del Movimento 5 stelle in commissione Bilancio, Agnese Gallicchio.

«Sono molto soddisfatta – commenta la senatrice potentina -, è stato un percorso lungo e faticoso, ma siamo riusciti a portare a termine la manovra, una manovra che di fatto ha evitato il disastro economico. C’era la necessità di dare delle risposte urgenti al Paese e ai cittadini. L’abbiamo fatto».

Ma cosa prevedono nel concreto Bilancio e DL fiscale? «Sono tante le novità per i cittadini. Nella manovra – spiega Gallicchio – abbiamo stanziato miliardi su miliardi nei settori nevralgici del Paese: 33 miliardi per gli enti locali, 1,3 miliardi per la disabilità, 3 miliardi per il taglio del cuneo fiscale. Fondi per il diritto allo studio, borse di studio per studenti e ricercatori, nuove assunzioni nelle scuole. Poi ancora: sgravi fiscali, deduzioni, agevolazioni, detrazioni, l’accorpamento IMU-Tasi».

«Un altro punto fondamentale – prosegue – è la riconversione ambientale, gli investimenti green, la plastic tax, senza dimenticare il mondo digitale e l’innovazione tecnologica. C’è un intero capitolo dedicato all’innovazione. E molto molto altro».

Per quanto riguarda poi il decreto fiscale, «gli obiettivi principali sono la lotta alla grande evasione, la semplificazione e la rimodulazione degli oneri fiscali per famiglie e imprese. Ma c’è molto altro: penso all’Rca familiare, al Bonus Tari, al Bonus Casa, alle proroghe delle scadenze per il 730, alla pace fiscale, ai crediti d’imposta, alla fatturazione elettronica, al contrasto al gioco d’azzardo, solo per citarne alcuni. Una misura molto importante – commenta la senatrice -, che permetterà al Paese di recuperare ingenti risorse e migliorare la fiscalità».

Dai banchi dell’opposizione però proseguono piuttosto accese le polemiche, accuse che la senatrice Gallicchio rispedisce al mittente: «c’è chi la definisce la manovra delle tasse, ma la verità – conclude- è che grazie a questa manovra abbiamo scongiurato 23 miliardi di aumento dell’Iva. Se le famiglie italiane non pagheranno più tasse il prossimo anno è merito di questo governo. Tutto il resto è propaganda».