Venosa. Riparte l’attività politica del Pd

Dopo le dimissioni di Carmine Castelgrande, costituito un ufficio per le adesioni. Telmo Petrelli nuovo referente del Circolo in vista del congresso

Più informazioni su

All’indomani delle dimissioni di Carmine Castelgrande da reggente della locale sezione PD di Venosa, Si è costituito un ufficio adesione composto da: Filippo D’Argenzio, Donato Altieri, Alfredo Orlando e da Telmo Petrelli con il compito di nuovo referente del circolo PD di Venosa.

“La sfida che ci attende – ha dichiarato Petrelli in una nota – non è semplice, per questo in questi giorni abbiamo incominciato a dialogare ed interloquire con diverse persone, rappresentanti di gruppi e associazioni di categoria e politiche; con alcune abbiamo già trovato punti di convergenze con altre saranno necessari maggiori approfondimenti. Pensiamo che occorra ricercare un campo comune senza tralasciare nulla e nessuno, se vogliamo costruire veramente.

“Nello stesso tempo – ha aggiunto il nuovo referente – non possiamo farci imporre linee e criteri di ricostruzione; la democrazia è bella perché tutti possono esprimere il proprio pensiero ma è altrettanto bella perché non è obbligatorio condividerlo”.

“Dopo le festività natalizie – continua Petrelli – si provvederà ad organizzare riunioni operative nelle quali sarà necessario il contributo di tutti. Un contributo fatto di proposte e non solo di denuncia e che abbia la chiara finalità di costruire un programma politico che sia espressione di sintesi e collegialità tra le diverse sensibilità che costituiscono il partito e che la nuova direzione avrà il compito di perseguire.”

E poi l’autocritica: “Il fallimento degli ultimi appuntamenti elettorali e della scarsa adesione alla proposta politica del PD, è dovuto in larga parte ad un modello che non funziona più e che è risultato allontanarsi dai veri interessi del popolo. Occorre svecchiare l’approccio, sia nella comunicazione che nei contenuti, per riallacciare i rapporti con le persone che abitano la nostra città e cogliere i veri disagi della loro esistenza.”

L’auspicio – conclude –  è che si possa riprendere l’attività politica con forte determinazione, con tanta voglia di riscattare un ruolo centrale nel dibattito politico locale, mettendo in campo idee e volontà per ritornare ad essere protagonisti nel panorama politico della comunità venosina.”

Più informazioni su