Autovelox su Statale 7 a Pomarico, Adiconsum avvia raccolta firme per spegnimento

"Limitare la velocità va benissimo, ma le apparecchiatura installate con il limite a 70 Km orari non sono altro che un balzello per i cittadini"

L’Adiconsum di Matera ha avviato una raccolta firme per chiedere lo spegnimento dell’autovelox presente sulla strada statale 7, nel comune di Pomarico.

Continuano ad arrivare migliaia di multe da parte del Comune di Pomarico- spiega Marina Festa, presidente dell’Associazione  a difesa dei consumatori- La qual cosa dimostra che i due autovelox installati da quel Comune sulla SS 7 non svolgono alcuna attività di prevenzione.

Limitare la velocità va benissimo- precisa Festa- ma le apparecchiatura installate con il limite di velocità a 70 Km orari non sono altro che un balzello per i cittadini. A essere penalizzati e vessati sono soprattutto i pendolari che ogni mattina percorrono quella strada, in condizioni penose, per recarsi al lavoro.

Da una verifica dei verbali risulterebbe infatti che molti automobilisti hanno ricevuto un verbale per aver superato il limite di 1 Km orario e dalle foto dell’autovelox risulta che viaggiavano in perfetta solitudine non essendoci traffico sulla strada.

Non è giusto dunque-conclude il presidente di Adicosum- utilizzare l’autovelox per rimpinguare le casse del Comune purtroppo a discapito di molte famiglie monoreddito, che si sono visti e recapitare 2 o 3 verbali, perfino 10 verbali da pagare. Evidente il disagio economico e sociale che ne segue. A nome di tali cittadini chiediamo al Comune di Pomarico e alle Autorità competenti lo spegnimento dell’autovelox sulla strada statale 7”.