Emergenza al Centro Olio di Viggiano, simulazione per testare il Piano

L'esercitazione ha visto protagonisti anche i vigili del fuoco

I Vigili del fuoco del Comando Provinciale di Potenza, questa mattina alle ore 09.40 circa, sono stati impegnati in una importante esercitazione che ha avuto come scenario la simulazione di un incidente rilevante, presso lo Stabilimento Centro Olio Val D’Agri di Eni Divisione E&P (Cova) sito in Viggiano (Pz).

La finalità dell’esercitazione, era quella di testare la funzionalità del P.E.E. (Piano di Emergenza Esterno) approvato dalla Prefettura nel 2014, verificare il livello di efficacia di quanto esso previsto e l’efficienza dei vari soggetti chiamati alla sua attuazione, ai fini di eventuali aggiornamenti. La popolazione seppur informata dell’esercitazione, non è stata direttamente coinvolta.

L’esercitazione è iniziata con la comunicazione a cura del gestore dello stabilimento Centro Oli Val d’Agri – Eni spa di Viggiano, della simulazione dell’avvenuto incidente e la comunicazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco.

Questi ultimi sono intervenuti con due autopompe, quattro fuoristrada, un carro aria, l’Unità di Crisi Locale (UCL), furgone NBCR (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) e carrello di decontaminazione per un totale di 25 uomini provenienti dalla sede distaccata di Villa D’Agri e della sede Centrale di Potenza, a dirigere le operazioni il Funzionario di Guardia ed il Comandante Provinciale, Romeo Panzone. 

I Vigili del fuoco, intervenendo hanno effettuato misurazioni dell’area interessata, per verificare la percentuale di H2S (Idrogeno Solforato) presente nell’aria, con gli addetti alla sicurezza interna del Cova, hanno soccorso una persona per poi affidarla al personale sanitario presente in loco per le prime cure mediche.

Hanno partecipato all’esercitazione il geestore del Cova, Prefettura di Potenza, Comune di Viggiano, Comune di Grumento Nova, Carabinieri, Questura, Guardia di Finanza, Regione Basilicata, Arpab, Basilicata Soccorso 118, Consorzio ASI, Azienda Sanitaria di Potenza A.S.P. L’esercitazione è terminata alle ore 11.37.

A fine procedura è cessato il simulato allarme ed è stata fissata una specifica riunione, denominata debriefing, per il 22 gennaio prossimo, per la valutazione dei risultati dell’evento.