Lavoratori senza stipendio, Filt Cgil: “Caos nel trasporto pubblico lucano”

Coinvolte le aziende Nolè, Chiruzzi e Rocco. Aperte procedure di raffreddamento

Non abbiamo fatto in tempo a  chiudere la partita del 2019 tra Regione e aziende del trasporto pubblico locale, compresi gli oneri contrattuali che hanno dato un po’ di ossigeno alle stesse aziende e l’estinzione del debito di 32 milioni di euro della Regione verso le banche, che siamo di fronte a una nuova fibrillazione. 

A pochi giorni dalla notizia dell’impugnazione da parte del Consiglio dei Ministri dell’assurda quanto “illegittima” legge regionale sui trasporti emanata a fine novembre, siamo nuovamente di fronte ad aziende che senza apparente motivo non pagano i lavoratori, in barba all’accordo siglato tra Cotrab e  Regione davanti al Prefetto. Una decisione del tutto arbitraria e giustificata dal mancato incasso dei servizi aggiuntivi, che sono poca cosa in termini economici rispetto a quanto previsto dal resto del contratto. 

Le aziende inadempienti sono Nolè e Chiruzzi in provincia di Matera e Rocco in provincia di Potenza. La Filt Cgil di Basilicata si sta adoperando al fine di avviare immediatamente le procedure di raffreddamento, ritenendo pretestuosa e ingiustificata l’arbitrarietà con cui le aziende non stanno pagando i lavoratori, in deroga a quanto previsto dal contratto del trasporto pubblico locale. 

La  Filt Cgil metterà in campo ogni azione utile in difesa dei lavoratori ed eviterà con tutte le proprie forze che le aziende, approfittando del momento di confusione generale, temporeggino nel pagamento delle spettanze giustificando l’inadempienza contrattuale con l’impugnazione da parte del governo della legge regionale, che nulla c’entra con il mancato pagamento degli stipendi.

La Filt Cgil ha già aperto la prima fase di procedura di raffreddamento con l’azienda Nolè e non esiterà ad aprirne altre con le aziende coinvolte nella vertenza, con l’obiettivo di tutelare i lavoratori e spingere le aziende a onorare il contratto, assumendosi il rischio e il dovere di impresa, primo requisito di chi vuole operare nel settore. 

Il 31 gennaio alle ore 17 è previsto a Salandra un incontro tra il sindacato e l’azienda Nolè negli uffici di quest’ultima, in località Montagnola.

Luigi Ditella Segretario generale Filt Cgil Basilicata