Osservatorio su violenza di genere e minori, Trerotola: dimenticato dall’assessore Leone

Il consigliere regionale di Prospettive lucane chiede la convocazione dell'organismo

L’anno vecchio è finito ormai ma qualcosa ancora qui non va”, cantava l’indimenticabile Lucio Dalla. Tra le cose che, purtroppo, in Basilicata non vanno mi rincresce evidenziare la mancata convocazione, da parte dell’Assessore regionale alla Salute e Politiche Sociali, dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e sui minori istituito dalla Legge Regionale n.26 del 18/12/2007 con la finalità di prevenire e contrastare tali fenomeni sull’intero territorio regionale.

L’articolo 6 di suddetta legge prevede che “l’Osservatorio presenta al Consiglio Regionale, entro il 31 dicembre di ogni anno, una relazione dettagliata sui dati acquisiti, sull’attività svolta, sulle osservazioni e proposte elaborate”.

Sebbene l’anno vecchio sia finito da ben 15 giorni, al Consiglio Regionale non è stata presentata alcuna relazione né tanto meno l’assessore Leone, dal suo insediamento ad oggi, ha avvertito l’esigenza di convocare una riunione dell’importante organismo.

Ritengo che a questa mancanza si debba tempestivamente ovviare e, pertanto, sollecito l’Assessore regionale alle Politiche Sociali a procedere, con la massima urgenza, alla convocazione di una riunione dell’Osservatorio regionale sulla violenza di genere e di redigere la relazione da presentare e discutere in Consiglio Regionale al fine di definire gli interventi a favore delle donne e dei minori colpiti da violenza, ma anche l’attuazione di iniziative a sostegno dei percorsi di uscita dai comportamenti violenti per i responsabili degli abusi.

Carlo Trerotola, consigliere regionale “Prospettive lucane”