Venosa, centro per l’impiego chiuso. Pd: “Servizio sia ripristinato al più presto”

Da quasi un mese, qualsiasi certificazione e qualsiasi consulenza potrà essere effettuata solo nell'ufficio di Lavello

I circoli del Partito Democratico di Venosa e Maschito sono molto preoccupati per ciò che sta succedendo al Centro per l’impiego della cittadina oraziana. Dal 20 dicembre 2019 l’ufficio è chiuso e di fatto ha cessato la sua attività creando non pochi disservizi non solo alla popolazione locale ma anche a quanti, provenienti dai paesi limitrofi, potevano usufruire di un servizio imprescindibile per la propria condizione di occupazione.

Da quasi un mese, qualsiasi certificazione e qualsiasi consulenza potrà essere effettuata solo presso l’ufficio di Lavello, con tutte le difficoltà derivanti dalla inadeguata viabilità e dalla carenza di collegamenti pubblici efficienti. Il depauperamento dei servizi nella cittadina oraziana sta di fatto riducendo quel ruolo centrale che ha sempre mantenuto all’interno del comprensorio e di fatto sta compromettendo, anche per questi motivi, la possibilità di crescita e di sviluppo di un’intera area.

La chiusura è dovuta al pensionamento degli addetti e nonostante le ripetute richieste di chiarimento sul futuro dell’ufficio inviate all’Arlab ed al Comune di Venosa, ad oggi non è stata data risposta su come e se si vuole porre rimedio a questa situazione. Il Pd di Venosa e di Maschito ritengono che sia necessario, quanto prima, ripristinare il servizio perché possa continuare a mantenere la sua consolidata funzionalità.

Telmo Petrelli, reggente del Pd di Venosa

Donato Rafti, segretario del Pd di Maschito