Quantcast

L’emergenza stultus virus. Gli idioti sono contagiosi

Nei momenti di difficoltà, di incertezze e di paura, la stupidità umana offre il meglio di sé

Cretini che non sanno che cosa sia il silenzio, che non hanno la dignità di tacere e non capiscono la differenza tra parlare e ruttare. Vomitano le loro stronzate sui social alimentando paura e idiozie. E le idiozie sono contagiose in un mondo di idioti.

Pseudo giornali e pseudo giornalisti  esperti di inganno e di titoli a effetto inzuppano il biscotto nell’ambiguità delle parole, per qualche click o copia in più, o magari per fare il pieno giornaliero di vanità.

Vergognosamente nessuno sta al proprio posto. Gli idioti se non dicono la loro, si sentono di morire, avvertono pesantemente l’inutilità della loro esistenza e così cazzeggiano nel mare delle menzogne, dei “sentito dire”. Non resistono, devono dare ragione o torto a questo o a quel politico su questioni riservate esclusivamente alla scienza.

Nel mare delle idiozie agiscono anche i fricchettoni della politica. Pronti a pararsi il sedere assumendo provvedimenti inutili e anche stupidi. Non sono abituati a contare fino a dieci prima di prendere una decisione. Forse non sanno neanche contare.

Intanto, la confusione cavalca all’impazzata, l’incertezza cresce e la paura si auto alimenta.

Si faccia un po’ di silenzio, che a tenere la bocca chiusa, quando è necessario, non è mai morto nessuno.

Più informazioni su