Vertenza Giuzio Ambiente, nuova sospensione della gara

La soddisfazione della Uilm

Il consorzio Asi di Potenza, in relazione alla gara per l’affidamento degli impianti e delle reti idriche e fognarie a servizio degli agglomerati industriali della Provincia di Potenza, ha inviato una comunicazione al dipartimento Stazione Unica Appaltante con la quale si richiedeva di sospendere per ulteriori sei mesi la procedura per l’affidamento della suddetta gara con la riserva di valutare una possibile revoca dei provvedimenti relativi alla indizione della procedura di gara.

La Uilm di Basilicata ritiene, anche alla luce dell’ultimo tavolo regionale presieduto dall’assessore Cupparo alla presenza del nuovo commissario Asi Francesco Pagano, che tale richiesta di sospensione vada nel solco e nel percorso da noi richiesto, in quanto per risolvere questa annosa e ventennale vertenza è necessario mettere in campo azioni risolutive partendo dalle scelte – mai fatte, o forse demandante negli anni – che la nuova giunta regionale dovrà fare per quanto riguarda le aree industriali della nostra Regione.

Assegnare una gara senza la garanzia occupazionale, salariale e di una continuità lavorativa, ad ulteriori soggetti e frammezzarla avrebbe solo significato creare ulteriori problematiche di difficile soluzione.

Il nostro auspicio è che questi ulteriori sei mesi di proroga possano essere funzionali per tutti affinché si possa davvero ricercare una soluzione definitiva che rilanci le aree industriali della Provincia di Potenza, lo sviluppo e che le stesse finalmente – con una diversa visione prospettica – possano essere considerate non come carrozzoni ma come valore aggiunto per l’intero sistema industriale della nostra Regione.

Uilm Basilicata