Atto intimidatorio Cifarelli. Cgil, Cisl, Uil: “Affermazione legalità sia priorità in Basilicata”

Lo chiedono i segretari nell'esprimere solidarietà al consigliere regionale del Pd

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Basilicata, Angelo Summa, Enrico Gambardella e Vincenzo Tortorelli, esprimono solidarietà al consigliere regionale Roberto Cifarelli, la cui auto è stata danneggiata nella prima mattinata di oggi da una bomba carta.

Confidiamo nel lavoro degli organi inquirenti affinché i responsabili di questo vile gesto siano rapidamente assicurati alla giustizia, ma abbiamo anche il dovere come forza radicata nella società di tenere alta l’attenzione contro chi pensa di imporre la legge della violenza e della sopraffazione.

L’affermazione della legalità sia una priorità per questa regione, insieme al rispetto delle istituzioni. Non è questo il primo episodio a danno di sindaci e amministratori locali: veri e propri atti intimidatori che vanno assumendo sempre più le caratteristiche di azioni criminose di stampo mafioso. Segno di una sempre maggiore fragilità democratica nella nostra regione e di una carenza di controllo sul territorio da parte degli organi preposti a tali funzioni.

Lanciamo perciò un invito a tutte le forze democratiche della Basilicata a fare fronte comune contro chi pensa di sovvertire le regole della convivenza civile. Ai vigliacchi che si muovono nell’ombra – concludono Summa, Gambardella e Tortorelli – diciamo che troveranno sempre nel sindacato un insuperabile argine democratico.