Basilicata. Assemblea approva il bilancio 2020-2022 del Consiglio regionale

Il fabbisogno finanziario complessivo necessario a garantire il funzionamento dell'Assemblea legislativa regionale è stabilito in 13.500.000,00 euro per l'esercizio finanziario 2020 e di 14,5 milioni di euro per gli anni 2021 e 2022

Il Consiglio regionale, nella seduta di oggi 31 marzo, ha approvato a maggioranza (con 12 voti favorevoli di Lega, Fi, Fdi, Bp, Idea e 2 astensioni di M5s) una delibera dell’ufficio di Presidenza riguardante la “proposta di bilancio di previsione finanziario per il triennio 2020-2021-2022 del Consiglio regionale”.

La proposta, che tiene conto dei principi contabili generali e applicati delle norme sull’armonizzazione contabile, è redatta secondo alcuni principali criteri che riguardano il finanziamento delle spese aventi natura obbligatoria e, in particolare, delle spese legate al funzionamento dell’Assemblea legislativa regionale, il finanziamento delle spese riferite ai Programmi ed ai Piani approvati da parte dell’ufficio di Presidenza, l’iscrizione degli stanziamenti relativi ai trasferimenti da parte dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) per le attività delegate al Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom), il rispetto del principio contabile della prudenza.

Con l’approvazione del Bilancio di previsione finanziario della Regione Basilicata per il triennio 2020-2022 avvenuta con legge regionale 20/03/2020, n. 11, è stato stanziato un importo pari a 13.500.000,00 euro per l’esercizio finanziario 2020, e di 14,5 milioni di euro per gli anni 2021 e 2022. Complessivamente la manovra sul bilancio consiliare ammonta per il 2020 ad euro 21.328.370,38, comprese le previsioni riguardanti le partite di giro (2.616.000,00 euro) e l’avanzo presunto di amministrazione, pari a 4.791.093,45 euro, per il 2021 a 17.495.740,16 euro e per il 2022 a 17.484.140,16 euro.

La quantificazione del fondo pluriennale vincolato è rinviata in sede di assestamento del bilancio, in seguito alle operazioni di riaccertamento dei residui 2019.

Successivamente, sulla nomina di 5 componenti della Commissione per gli interventi assistiti con gli animali (IAA), il presidente del Consiglio regionale Carmine Cicala, constatata la mancanza del numero legale (erano presenti al momento del voto 8 consiglieri: Aliandro, Baldassarre, Bellettieri, Cicala, Leggieri, Perrino, Polese e Sileo), ha sciolto la seduta.