Emergenza Covid-19: a Tolve chiusi tutti i varchi d’ingresso e di uscita secondari, e spesa una volta a settimana in ordine alfabetico

Il sindaco fa salva soltanto la facoltà di uscire esclusivamente per accudire animali e, per i parenti entro il sesto grado di un imprenditore agricolo

È di ieri l’ordinanza n. 13 adottata dal Sindaco di Tolve, Pasquale Pepe, che prevede ulteriori misure per far fronte all’emergenza Covid-19.

“Stiamo entrando nel momento più difficile di questa emergenza – ha dichiarato Pepe – ed ho sentito la necessità di emanare misure più stringenti, che vanno ad aggiungersi alle altre già in vigore, per limitare maggiormente gli spostamenti delle persone, sia nel centro abitato che dal e verso il centro abitato.”

E nella parte dispositiva dell’ordinanza è facile percepire la portata di questi provvedimenti: a parte il divieto generale di uscire di casa, salvo casi eccezionali e comprovati, si vieta espressamente ogni forma di sport all’aperto, sono azzerate le visite presso i centri riabilitativi e le rsa presenti sul territorio.

Il Sindaco fa salva soltanto la facoltà di uscire esclusivamente per accudire animali e, per i parenti entro il sesto grado di un imprenditore agricolo, di poterlo coadiuvare nell’attività lavorativa a titolo occasionale e gratuito, ma per il tempo strettamente necessario: “L’agricoltura – sostiene Pepe – va sostenuta in tutti i modi possibili che non mettano in difficoltà la tutela della salute; ma finito il lavoro, si va dritto a casa.”

Dopodiché, ecco i provvedimenti.

La spesa di generi alimentari si può fare una sola volta a settimana, tramite un solo componente del nucleo familiare, e in ordine alfabetico, considerando il cognome del capofamiglia o dell’unico componente del nucleo familiare, secondo la turnazione giornaliera che segue: lunedì (dalla A alla C), martedì (dalla D alla F), mercoledì (dalla G alla L), giovedì (dalla M alla O), venerdì (dalla P alla S), sabato (dalla T alla Z). Per tutte le attività è abolito il giorno di riposo settimanale. Per chi non può rispettare il detto calendario o ha bisogno nel corso della settimana di altro, c’è il servizio a domicilio, tutti i giorni e per tutte le lettere, garantito direttamente dagli esercenti e anche gratuitamente a mezzo della Cri.

Divieto di ingresso e di uscita da Tolve, se non per casi eccezionali e comprovati. Sono stati chiusi tutti i varchi di ingresso e di uscita secondari, e ne rimane aperto solo il principale, in modo da consentire a tutte le forze dell’ordine di controllare con più efficacia i flussi di persone.

“Io sono il vostro scudo e la vostra spada – conclude Pepe, rivolgendosi ai suoi Concittadini tramite una diretta Facebook – ma voi rispettate alla lettera tutte le disposizioni. E vinciamo”.