Quantcast

Melfi, il virus non ferma la didattica all’Istituto Berardi-Nitti

Un team di docenti si è riunito per elaborare un piano di lavoro a distanza

Classi vuote ma la didattica non si ferma all’Istituto Comprensivo Berardi-Nitti di Melfi. A spiegarci come e perché i ragazzi potranno recuperare è la dirigente scolastica Guidi.

Nonostante la scuola sia chiusa, proprio come prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, la didattica è in evoluzione. Già da giovedì mattina –spiega la preside Guidi-un team di docenti si è riunito per elaborare un piano di lavoro con la metodologia della didattica a distanza. Grazie alla tecnologia, alla buona volontà dei docenti saranno assegnati compiti ed esercitazioni da seguire a casa.

Il nuovo decreto rende praticamente «obbligatorio» il ricorso alla didattica a distanza attraverso gli strumenti e le piattaforme che docenti e alunni hanno a disposizione.

Questi giorni potranno servire a interiorizzare meglio concetti, contenuti già svolti ed allo stesso tempo dedicare più tempo per ulteriori approfondimenti. L’Istituto Comprensivo Berardi-Nitti ha disposto la didattica a distanza attraverso l’uso di una piattaforma www.didanote.it, pensata e creata dal Maestro Roberto Mascia, insegnante dello stesso Istituto.