Covid19 Basilicata: Sospese scadenze di numerosi interventi Fesr

La sospensione durerà fino al termine dell'emergenza

La Giunta regionale nella seduta del 27 marzo 2020 ha stabilito che sono sospesi,  fino al termine dello stato di emergenza da Covid-19 e di ripristino delle normali condizioni di operatività per i soggetti beneficiari/attuatori, i termini di scadenza ordinatori o perentori relativi all’avvio e/o alla conclusione dei progetti a regia regionale, a valere sul Programma Operativo regionale (POR) FESR Basilicata 2014/2020 e sul Programma Operativo Complementare (POC) Basilicata 2014/2020, rientranti nella tipologia di appalti pubblici di lavori e forniture.
Si tratta di 149 interventi individuati dall’allegato alla medesima deliberazione di Giunta attuati  dai Comuni, dalle Province, da Egrib ed Acquedotto Lucano, dagli Enti Parco, ma anche dalle ATER per progetti relativi alla Edilizia residenziale rientranti  tra gli aiuti  SIEG.

La sospensione si applica con riferimento ai termini di scadenza per l’avvio e la conclusione delle operazioni indicati negli Avvisi/Bandi di selezione e/o negli Accordi di Programma e/o negli atti di ammissione a finanziamento; nonché ai termini richiesti dai beneficiari nelle riunioni o nei Comitati di Indirizzo e Coordinamento con l’Autorità di Gestione svoltisi alla data della deliberazione ed inseriti nei relativi verbali.

La medesima  deliberazione stabilisce,  altresì, che per i progetti rientranti nella tipologia di appalti pubblici di lavori e forniture, a valere sul POR FESR Basilicata 2014/2020 e sul POC Basilicata 2014/2020, per i quali  non sono stati ancora aggiudicati i lavori,  tutte le Amministrazioni e gli Enti attuatori/beneficiari adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione delle attività e dei procedimenti connessi alle operazioni, con particolare riferimento alle attività (tecniche, amministrative e finanziarie) che è possibile svolgere anche grazie al ricorso a forme di lavoro agile (smart working).

Nel contempo, la deliberazione prevede che gli Uffici responsabili dell’attuazione dei 600 progetti del POR FESR e del POC, per l’intera durata dello stato di emergenza da Covid-19 assicurino, anche ricorrendo alle forme del lavoro agile, gli adempimenti di propria competenza quali, in particolare, le verifiche documentali e la liquidazione delle anticipazioni e delle domande di rimborso intermedio. Il provvedimento adottato – sottolinea il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi – “Rientra tra i primi interventi emergenziali a favore dei Comuni e delle altre PA, alla luce delle disposizioni che hanno comportato il rallentamento ed il fermo dei cantieri, con lo scopo di assicurare  anche un adeguato flusso di liquidità  a favore degli Enti beneficiari  e ,  quindi,  anche alle imprese che attendono il pagamento  dei SAL  ed ai professionisti  che attendo la liquidazione dei compensi”.
Il provvedimento della Giunta, comprensivo dell’ allegato, sarà  disponibile da lunedì 30 marzo sul sito del POR FESR Basilicata 2014/2020 http://europa.basilicata.it/fesr/

Nota a cura dell’Uffico Stampa Regione Basilicata

Più informazioni su