Quantcast

Unione Studenti Basilicata: “Dopo annuncio querela da Barresi, Bardi intervenga per la difesa dei principi e diritti costituzionali”

Appello al presidente della Regione e al Prefetto di Potenza

L’Unione degli Studenti di Basilicata si appella al presidente Bardi e al Prefetto di Potenza affinchè intervengano sulla delibera del direttore generale dell’Azienda ospedaliera San Carlo con cui è stata annunciata querela a quattro organi di stampa lucani e alla Cgil. 

Di seguto il testo della nota.

Nella situazione di emergenza che sta caratterizzando la nostra quotidianità in un periodo tanto delicato e particolare per la nostra storia, il diritto alla salute e il diritto all’informazione devono essere i fari e le bussole imprescindibili che ci devono condurre fuori da questo tunnel buio e torpido. Ogni cittadino ha diritto ad essere informato sulla situazione sanitaria, sul livello di contagi, sulle pratiche sanitarie da mettere in campo e che si stanno adottando.

La trasparenza è un principio costituzionale che nel campo sanitario e nell’emergenza attuale non può essere bypassato: i cittadini devono essere informati in maniera democratica e trasparente, in virtù dei principi costituzionali della libera informazione, su protocolli sanitari, sull’organizzazione di cure e pratiche.

La libera informazione non può essere ostacolata o assolutamente limitata in alcun modo; oggi più che mai gli enti informativi devono liberamente comunicare alla popolazione lucana dati, sviluppo dei contagi e dei decessi, fornire chiarimenti ed informazioni precise tanto sui provvedimenti di contenimento quanto sull’economia di funzionamento della sanità pubblica e sulle “politiche” adottate nelle strutture ospedaliere per affrontare l’emergenza.

Pertanto la suddetta nota n°2020/00400 rischia di colpire sia la libertà di informazione degli enti giornalistici sia la libertà critica del sindacato confederale, che nell’interesse della salute comune e della gestione efficace del polo sanitario ha evidenziato delle criticità oggettive al fine di potenziare le debolezze strutturali e di salvaguardare la vita e la salute della popolazione lucana.

Per tali motivazione, l’Unione degli Studenti Basilicata chiede un necessario ed immediato intervento della Regione Basilicata per la difesa e la tutela dei principi costituzionali, volto a coltivare la gestione democratica dell’emergenza con la partecipazione di organizzazioni sindacali ed enti mediatici, sociali ed amministrativi.

Stefano Lopes, coordinatore regionale dell’Unione degli Studenti Basilicata