Demanio marittimo, Cifarelli (Pd): “Si intervenga con legge”

E' un tema che ora non può essere rinviato, né esaurirsi nel silenzio della maggioranza

É indispensabile che il governo regionale e l’intero Consiglio si occupino in fretta del rinnovo delle concessioni marittime ed é per questa ragione che ho presentato una proposta di legge sul tema. E’ un tema che ora non può essere rinviato, né esaurirsi nel silenzio della maggioranza.

La mia proposta di legge, alla quale chiederò la sottoscrizione di tutti i gruppi consiliari in Assise regionale, si propone di estendere il termine delle concessioni demaniali marittime fino al 2033, così come previsto dalla Legge n. 145 del 30 Dicembre 2018 art. 1 commi 682 e 683. Già mettendo in atto quanto previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 155 del 25 febbraio 2019 sarebbe stato possibile dare una risposta definitiva alle giuste richieste degli operatori balneari.

E’ trascorso troppo tempo da allora, e credo – sottolinea il capogruppo Pd – che il Consiglio regionale non possa più tacere dinanzi alle incertezze degli operatori del settore, ma al contrario debba assumersi delle responsabilità. É nota la necessità di un’armonizzazione della legislazione statale e di quella comunitaria, così come auspichiamo che la proposta del ministro Franceschini sia accolta, ma nelle more che questa avvenga non si può restare in silenzio, di fatto abbandonando il settore. Con la formalizzazione della proposta di legge, conclude Cifarelli, intendiamo imprimere la giusta accelerazione per la risoluzione dei problemi di un settore che vive l’incertezza più acuta dovuta al Covid -19 e al quale vanno date risposte anche di prospettiva.”

Roberto Cifarelli Capogruppo Roberto Cifarelli, Comunità Democratiche – Pd