Quantcast

Il Capo del Dap, il lucano Francesco Basentini, si è dimesso

La notizia è confermata. L’ex pm potentino ha presentato ieri le dimissioni da Capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria

Al centro di forti polemiche in queste settimane per causa delle rivolte nelle carceri e per il trasferimento ai domiciliari di decine di mafiosi.

Secondo notizie ufficiose (non confermate) sembrerebbe che la scelta del Ministro Bonafede sul successore di Basentini potrebbe ricadere su Nino Di Matteo, e la nomina di Roberto Tartaglia (molto vicino a Di Matteo) come vice, sarebbe stata propedeutica all’arrivo del Magistrato siciliano.

In alternativa, circolano anche i nomi di Giovanni Melillo, ex capo di gabinetto del Ministro Orlando e di Catello Maresca, PM antimafia napoletano.

Probabilmente, già nei prossimi giorni ci potrebbe essere la designazione del nuovo Capo DAP.

“Basentini si è dimesso e la sua è una scelta da noi condivisa. Speriamo che il ministro scelga il nuovo capo del Dap in continuità con la scelta di Tartaglia come vice, ossia una persona giovane dal curriculum importante”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia penitenziaria, Aldo Di Giacomo, commenta le dimissioni de capo del Dap.