Parchi lucani, assessore all’Ambiente: serve un coordinamento

Oggi un tavolo in Regione con i rappresentanti della aree protette

Si è svolto oggi nella sede della Regione Basilicata l’incontro tra l’assessore all’Ambiente, Gianni Rosa, e i rappresentanti del Parco nazionale del Pollino, del Parco nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, del Parco regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, del Parco della Murgia materana, del Parco naturale regionale del Vulture, nel corso del quale è stato fatto il punto della situazione relativa a 3 importanti progetti: uno riguardava  le azioni messe in campo per contrastare i danni provocati dai cinghiali nelle aree protette, inserito nel più vasto programma INNGREENPAF in cui rientra anche il progetto Naturarte.

L’assessore Rosa in apertura ha ribadito l’intenzione di una ripresa del dialogo e la costruzione di un coordinamento composto dall’Assessorato, dagli Enti Parco che operano sul territorio regionale e dall’Apt, con l’obiettivo di dare risposte concrete ai cittadini e ai territori, utili al rilancio dell’economia lucana colpita pesantemente dall’emergenza sanitaria Covid 19. Con la consapevolezza – ha sottolineato – della forza centrale trainante che il settore ambientale e turistico può svolgere in questa fase, a condizione di lavorare in maniera sinergica.

L’assessore Rosa ha perciò invitato gli Enti Parco a completare celermente i programmi finanziati dalla Regione Basilicata per l’installazione dei chiusini per la cattura dei cinghiali e informare, subito dopo, l’opinione pubblica sulle azioni e i risultati ottenuti.

Rosa ha anche detto che è in corso di perfezionamento la convenzione sottoscritta con i Carabinieri Forestali per intensificare i controlli e la vigilanza nelle aree protette.

Antonella Logiurato, dell’Ufficio Parchi, biodiversità e tutela della natura della Regione, ha illustrato il progetto Naturarte che prevede una serie di eventi sulla fruizione sostenibile dei Parchi, da mettere in rete con attività comuni e con il coinvolgimento nella programmazione dei borghi presenti in ogni Parco. Con l’obiettivo di attrarre turisti provenienti dalle altre regioni italiane e dall’estero, il progetto è stato rinviato, nella parte destinata alla partecipazione di un pubblico numeroso, causa emergenza sanitaria Covid, al 2021, ma prevede una fase di preparazione.

L’assessore Rosa, al termine degli interventi dei rappresentanti degli Enti Parco, ha rivolto loro l’invito a lavorare collegialmente, condividere con l’Assessorato le azioni ma anche le eventuali criticità, anche per individuare tempestive soluzioni con gli uffici regionali, a realizzare progetti da candidare a finanziamenti da ricercare anche al di fuori dei fondi strutturali e del bilancio regionale. “Dobbiamo attrarre risorse nei nostri territori – ha sottolineato – e lo possiamo fare se avremo progetti pronti da candidare”.

Gianni Rosa ha infine invitato tutti gli Enti Parco a produrre una breve relazione sulle problematiche affrontate nel corso della riunione, con l’obiettivo di riconvocare subito dopo un nuovo incontro con la partecipazione anche dell’Apt.