Quantcast

Parco Eolico Toppa di Atella, replica alla nota del Pd di Ruoti

L’assessore Gentilesca e il consigliere Faraone respingono le accuse

Ho preso atto della nota stampa diramata dal PD di Ruoti – afferma l’Assessore Franco Gentilesca – relativamente alla questione relativa all’impianto eolico “Toppa Di Atella – Monte Caruso” ed essendo stato chiamato direttamente in causa non mi sottraggo a rispondere con la seguente nota spiegando che cosa si sta facendo e quali sono le intenzioni dell’amministrazione.

L’attuale amministrazione si sta già battendo da tempo per contrastare una certa tipologia di industria ‘Eolica’ e mi preme, altresì sottolineare, come il sottoscritto unitamente a tutta l’attuale giunta sia esente da responsabilità, atteso come l’iter concessorio dell’autorizzazione relativa a questo parco, per come comprovato e già più volte rappresentato, ricade esclusivamente in capo ai vecchi amministratori nella persona dell’Ex Sindaco Angelo Salinardi e del consigliere Carlucci Rocco, in quanto furono proprio loro gli esponenti della passata amministrazione a partecipare alla prima conferenza dei servizi.
La posizione dell’amministrazione e di tutti i suoi rappresentanti è ben nota, in quanto in più occasioni pubbliche sul tema è stata espressa la contrarietà alla nascita di questo parco ‘toppa di Atella’ nonché di quello denominato ‘Serra Capanna’, e preciso ancora come sempre nelle riunioni pubbliche il Consigliere Felice Faraone è stato individuato dall’amministrazione quale responsabile delle questioni eolico ricadente nel territorio comunale di Ruoti.

Fa piacere – prosegue l’Assessore Gentilesca – che si continua a fare polemica sterile contro l’attuale amministrazione di Ruoti, dimenticando però di constatare che a livello regionale nulla è stato chiesto a chi ha gestito la Regione in passato, infatti all’epoca dei fatti risalenti agli anni 2016/2017, come maggior partito di governo vi era proprio il Partito Democratico ovvero il “PD”.

Lo stesso partito ancora oggi viene rappresentato tra i banchi dell’assise regionale, proprio nel luogo dove si decidono le scelte ambientali relativamente all’eolico, per questo motivo invitiamo il circolo del Partito Democratico di Ruoti a rivolgere i propri interrogativi sulla vicenda agli esponenti Regionali, anziché fermarsi a polemizzare senza nessuna proposta l’operato dell’amministrazione comunale di Ruoti che ribadisco è fermamente contraria alla realizzazione di questi impianti eolici che vedono nelle loro autorizzazioni poca chiarezza e rispetto delle Leggi cosi come già evidenziato agli enti preposti.
Rappresento, inoltre, come i cittadini siano costantemente aggiornati su quanto accade e delle diverse situazioni che si stanno consumando anche tramite gruppo WhatsApp nato per far fronte comune contro l’eolico selvaggio.

In questo gruppo WhatsApp sono presenti anche diversi militanti del PD che possono testimoniare quanto sto evidenziando in questa risposta.

La segreteria PD locale, purtroppo, ci ha abituato ad arrivare sempre seconda nelle varie situazioni che cerca di trattare. Seconda in un verso, ma sicuramente prima a fianco del responsabile Angelo Salinardi, ex sindaco di Ruoti che ha dato parere favorevole con la sua giunta ed alla conferenza di servizi per la costruzione dell’impianto.
Siamo quindi noi,  a temere il poco interessamento della segreteria del PD di Ruoti che sembrerebbe voler difendere le malefatte di Salinardi Angelo, dimenticando che a Novembre ci potrebbe essere già l’inizio dei lavori del parco eolico ‘toppa di Atella’, già autorizzato nel 2017, che non ha visto, al pari di Serra Capanna, nessuna osservazione al progetto presentato né dal PD né dal Segretario, bensì solo da altri attori.
Ancora non è chiaro – conclude l’Assessore Franco Gentilesca – quali siano le questioni che vuol seguire il PD locale, né tantomeno che intenzioni ha per il futuro. Ad ogni buon conto prossimamente, compatibilmente alle misure Covid19, si terrà una riunione con chi ha scelto di opporsi all’eolico selvaggio e quindi al comitato “No Eolico”, per il resto insieme al responsabile della questione eolico Felice Faraone ed a tutta l’amministrazione comunale continueremo, senza se e senza ma, ad opporci ai progetti deturpatori e predatori della nostra terra con autorizzazioni non rispettose delle leggi.