Parte “Libera la Basilicata”, servizio per le vittime di criminalità mafiosa e malaffare

Un numero telefonico a disposizione di quanti in questo momento di difficoltà economica rischiano di diventare vittime di speculatori

Alla luce dell’aggressione criminale che ha subito il metapontino negli ultimi anni, in considerazione delle recenti inchieste giudiziarie della Procura antimafia di Potenza e prendendo atto delle ultime relazioni sullo stato della criminalità in Basilicata della Direzione Nazionale Antimafia, ma soprattutto alla luce dell’attuale emergenza sanitaria, sociale ed economica – elementi che ci fanno temere anche in Basilicata un interesse sempre più attento della criminalità mafiosa e di ogni tipo di malaffare – Libera Basilicata ha deciso di attivare un numero telefonico a disposizione di quanti si trovano o si troveranno coinvolti in situazioni di qualunque tipo di aggressione da parte di chi, mai come in questo momento, mafioso o delinquente che sia, cercherà di approfittare, di speculare, sulle difficoltà economiche e sociali di tanti imprenditori, lavoratori, commercianti, artigiani.

“Libera la Basilicata” è lo slogan che abbiamo voluto dare a questa nostra iniziativa per dire che la libertà di ciascun cittadino dalle catene dell’oppressione criminale dipende esclusivamente dalla capacità di ognuno di ribellarsi a quegli abbracci mortali. Quando si è vittima dell’aggressione e della prepotenza di ogni forma di malaffare e delle mafie, l’unica via di uscita è la denuncia, pertanto Libera, consapevole che non sempre è facile uscire allo scoperto, si impegna ad accompagnare con discrezione e riservatezza questi percorsi di libertà.

Per contattare il servizio sono a disposizione il numero 371.4614508 e l’indirizzo mail basilicata@libera.it