Strada Basentana, consegnati i lavori per la messa in sicurezza del tratto di Salandra

Lungo la statale 407 sono già in corso di esecuzione due interventi

Anas (Gruppo FS Italiane) ha consegnato ieri, 27 maggio, all’impresa Valori S.C.A.R.L., con sede a Roma, i lavori di riqualificazione dello stralcio “B2A” del lotto B sulla strada statale 407 “Basentana”, in provincia di Matera, nell’ambito del più ampio intervento di potenziamento dell’itinerario Basentano (costituito da SS407 e Raccordo Autostradale 5).

In particolare- spiega Anas in una nota- i lavori interesseranno il tratto compreso tra i km 48,440 e 50,400, nel comune di Salandra, e riguarderanno l’allargamento della sede stradale, l’installazione della nuova barriera spartitraffico in calcestruzzo denominata Ndba (National Dynamic Barrier ANAS),  la sostituzione delle attuali barriere di sicurezza laterali con quelle di “tipo Anas”, nel rifacimento della pavimentazione e della relativa segnaletica orizzontale.

L’intervento – del valore complessivo di 7 milioni e 900 mila euro – permetterà di innalzare notevolmente i livelli di sicurezza e percorribilità dell’infrastruttura stradale. Nella prima fase saranno avviate le attività propedeutiche che consisteranno, principalmente,  nella bonifica bellica e nel taglio di alberature e di arbusti all’interno delle aree di lavoro.

Lungo la statale 407 “Basentana” sono già in corso di esecuzione due interventi (che rientrano anch’essi nell’ambito dell’intervento principale di riqualificazione dell’intero itinerario, suddiviso in stralci funzionali): il primo – Lotto A – dal 40,320 al km 42,220 ed il secondo – Stralcio B1A del lotto B  dal km 43,780 al km 45,200.

Relativamente allo stralcio A sono in corso attività di competenza di una compagnia telefonica per lo spostamento di un sottoservizio interferente con l’intervento Anasal fine di consentire ad Anas di effettuare alcune lavorazioni temporaneamente sospese.

Per quanto attiene, invece, ai lavori relativi allo Stralcio B1A, a seguito di una sospensione delle attività dovuta alla emergenza sanitaria da Covid-19, l’impresa sta riorganizzando le proprie maestranze allo scopo di riavviare subito i lavori.

Per i successivi lotti dell’intervento principale di installazione delle barriere spartitraffico-spiega Anas- è in fase di gara uno specifico Accordo Quadro, per un investimento di circa 25,6 milioni di euro. I restanti tratti, per un investimento complessivo di 87 milioni di euro, sono in fase di progettazione esecutiva.