Quantcast

Total: nessuna anomalia registrata a Tempa Rossa nelle notti del 28 aprile e 2 maggio

"Fumosità temporanea della torcia nella mattinata del 2 maggio dovuta a entrata in funzione pozzo aggiuntivo. Nessun superamento dei limiti normativi rilevato dal sistema di monitoraggio dell’aria"

“In merito alle sfiammate dalla torcia del centro olio di Tempa Rossa che gli organi di stampa hanno riportato e che si riferiscono alle notti del 28 aprile e del 2 maggio scorsi, Total E&P Italia desidera precisare che nessun’anomalia è stata registrata negli impianti nelle serate e nelle notti riportate, così come era stato riscontrato già lo scorso 19 marzo.

I dati raccolti dai sistemi di monitoraggio del funzionamento degli impianti, inclusa la torcia, confermano l’assenza di qualunque anomalia.

Riteniamo che tali effetti siano dovuti a particolari condizioni meteo sopra il centro olio con l’alternarsi di folate di vento combinate con il passaggio di nuvole e momenti di assenza di ventosità.

In merito all’episodio di fumosità della torcia rilevato nella giornata del 2 maggio, si è constatato che lo stesso ha avuto luogo a seguito all’inserimento in produzione di un pozzo aggiuntivo, precedentemente in stand-by, nell’ambito dei test di produzione in corso. Il maggior contenuto di gas e la combinata azione del vento sul sistema della torcia hanno dato luogo alla fumosità della fiamma della torcia, che è stata eliminata con la riduzione della portata della produzione di greggio dai pozzi.

Di tale fenomeno sono peraltro state prontamente avvisate le autorità locali.

Anche durante tutto il periodo di fumosità rilevata, le stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria ubicate intorno al centro olio nelle diverse direzioni non hanno evidenziato emissioni anomale o superamenti delle soglie normative.

Provvederemo a trasmettere alla Regione e alle altre autorità competenti una nota tecnica puntuale su quanto riscontrato nelle occasioni sopra riportate.”

Questa è la nota stampa della multinazionale francese che chiarisce quanto accaduto in riferimento alle notizie da noi diffuse nei giorni scorsi. Bene, a questo punto chiediamo chiarimenti all’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata in riferimento ai test di produzione che sarebbero, stranamente, ancora in corso, nonostante sia concluso il periodo di prove. E chiediamo chiarimenti anche in relazione agli strani fenomeni atmosferici riferiti da Total circa nuvole, vento e mancanza di vento che sarebbero la causa delle fiammate e del fumo nero. Insomma, chiediamo che un organismo indipendente, ci dica come stanno le cose.