Quantcast

Il sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala, dovrebbe vergognarsi

Il Bonus Gas, sporco di petrolio e di miseria, spacciato per “sostegno alle famiglie in questo momento di forte difficoltà”

In un comunicato stampa inviato oggi 23 giugno il sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala, per conto dei Comuni dell’accordo “Bonus Energetico Val d’Agri” scrive:

In arrivo buone notizie per i cittadini della Val d’Agri. Infatti, l’Ufficio Bonus Gas Val d’Agri dello Sportello per lo Sviluppo del Comune di Viggiano, ha provveduto a trasferire ai Comuni interessati dall’accordo “Bonus Energetico Val d’Agri” la quota per l’anno 2019 spettante ad ognuno.

Dopo gli ultimi adempimenti, nel giro di pochi giorni il contributo potrà essere erogato attraverso bonifico bancario alle famiglie beneficiarie che vivono nei Comuni di Calvello, Grumento Nova, Marsicovetere, Marsico Nuovo, Montemurro, Moliterno, Sarconi, Spinoso, Paterno, Tramutola e Viggiano.

Il bonus parte da una base fissa di 325 euro per nuclei familiari fino a due componenti ed un bonus aggiuntivo di 75 euro per ogni componente familiare oltre il secondo.

Un impegno da parte degli amministratori che dà risposte ad un territorio, la Val d’Agri, che da anni assicura il più alto approvvigionamento di idrocarburi a livello nazionale.

E aggiunge la frase miserevole: “Con questo ulteriore provvedimento andiamo incontro alle esigenze delle famiglie in questo momento di forte difficoltà anche economica accentuata dall’emergenza Coronavirus”.

Il sindaco, e magari non solo lui, fa finta di non sapere che quell’elemosina è frutto di sfruttamento, morte di aziende agricole, fuga di giovani, spopolamento, distruzione del territorio, sottosviluppo, inquinamento, malattie.

Quell’elemosina è frutto della benevolenza dello Sceriffo di Nottingham che dopo aver depredato la popolazione, concede una ciotola di grano ai contadini più docili. Non sa, Amedeo Cicala, che su quell’elemosina non si fa propaganda politica, non ci si prende il merito, non si strumentalizza la povertà e il disagio della gente.

Ma lui preferisce il comunicato stampa dai toni trionfalistici con parole che feriscono l’intelligenza dei lucani e lanciano il solito segnale di sottomissione ai predatori di cui egli è complice.

Amedeo Cicala
Amedeo Cicala
Amedeo Cicala