Quantcast

Pippi Dimonte nel progetto “Italian Soundtracks” della violoncellista Irina Solinas

Il contrabbassista lucano nel talk show di approfondimento  musicale, artistico e culturale fatto di interviste,  dibattiti con tanti ospiti alternati a piccole performances musicali

Cosa deve fare un musicista ai tempi del Coronavirus quando tutti i concerti sono annullati e spostati a data da destinarsi?  S’inventa i concerti on-line!

E’ quello che ha fatto Irina Solinas, affermata violoncellista a livello internazionale,  che utilizzando la piattaforma web Patreon collegata a YouTube, ha organizzato  “Italian Soundtracks”: una sorta di talk show di approfondimento  musicale, artistico e culturale fatto di interviste,  dibattiti con tanti ospiti alternati a piccole performances musicali. L’obiettivo è quello di scoprire la musica come rituale di appartenenza e il musicista come artigiano capace di cesellare note e forme in una ricerca che si fa necessaria e costante.

In questo progetto ha voluto al suo fianco affermati musicisti come il contrabbassista lucano Pippi Dimonte,  Andrea Piccioni alle percussioni, Davide Ambrogio canto e strumenti della tradizione, Pierfrancesco Mucari sax alto ed elettronica. Fotografi e video maker quali Silvia Re, Andrea Rum, Davide Santi, la danzatrice e coreografa Emanuela Tagliavia e la scrittrice Francesca Scotti.  La programmazione prevista fino al prossimo 15 luglio si può seguire sul canale Patreon/Irina Solinas tutte le sere in diretta alle ore 18 o in differita a scelta, sul modello di Raiplay, con un ticket-abbonamento di 20 euro valido per tutto il periodo.

Irina Solinas è una violoncellista e compositrice che vive a Como. Ha tenuto concerti negli Stati Uniti, Canada, Cina oltre che in Europa ed in Italia. E’ ideatrice del MAME (Mediterranean Ambassadors Music Experience), consulente artistica della fondazione “Palazzo Marino” del Comune di Milano e coautrice alle colonne sonore dei documentari di “Sky-Arte”.  La sua è musica classica contemporanea mista a jazz d’avanguardia, a sonorità mediterranee con contaminazioni del vicino e del lontano Oriente,  suoni provenienti da tutte le latitudini.  Proprio il terreno di ricerca di Pippi Dimonte che è subito entrato in sintonia col progetto della violoncellista comasca.

Giuseppe ‘Pippi’ Dimonte è un musicista originario di Bernalda che vive a Bologna e che col suo contrabbasso è sempre in giro in Italia e all’estero per concerti in club e teatri. Dotato di grande tecnica e versatilità suona con numerose formazioni come è possibile vedere e ascoltare nei tanti video presenti su YouTube. Digitando il suo nome su Google si possono leggere recensioni ed articoli dedicati alla sua musica. Compositore iscritto alla SIAE già a 17 anni ha pubblicato quattro album con brani originali tutti di sua scrittura: Morning Session (2014), Hieronymus (2016), Trio Mezcal (2018) e Majara (2020) album che sta ottenendo un discreto successo di critica e di vendite.