Quantcast

Il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza su Card Celiaci

“L’AIC Basilicata Onlus e genitori di minori affetti da celiachia lamentano il ritardo con il quale l’Azienda Sanitaria di Potenza procede alla ricarica semestrale della Card Celiaci”

Con una nota inviata nei giorni scorsi all’Assessore alle Politiche della Persona e al Direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza sollecita interventi per superare le criticità afferenti la Card Celiaci.

“L’AIC Basilicata Onlus e genitori di minori affetti da celiachia lamentano il ritardo con il quale l’Azienda Sanitaria di Potenza procede alla ricarica semestrale della Card Celiaci”. È quanto fa sapere il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza, Vincenzo Giuliano.

“Criticità riguardano anche il rispetto dei tetti di spesa mensili e lungaggini per il rilascio delle card ai nuovi diagnosticati. Tutto ciò – prosegue il Garante – impedisce, di fatto, l’utilizzo della card”.

“Sarebbe il caso di rivedere questo strumento di sostegno sia per quanto concerne la modalità di erogazione sia per il contributo previsto, in considerazione dei prezzi esosi dei prodotti, si pensi al pane, pasta, ecc., che per i bambini e per tutti gli interessati costituiscono beni di pima necessità. Ciò offrirebbe un sostegno alle famiglie già gravate economicamente”.

“Da qui la sollecitazione – conclude Giuliano – alle istituzioni affinché la problematica segnalata possa trovare una rapida soluzione”.