Quantcast

Petrolio, la risposta di Total a Gianni Rosa: una smorfia di fuoco

Dopo la diffida della Regione, dopo l'esposizione dei muscoli dell'assessore all'Ambiente, i petrolieri francesi di Tempa Rossa rispondono con una fiammata alta oltre 20 metri. Perdita abbondante di zolfo?

Le foto che vi mostriamo sono di ieri sera 3o luglio, dopo le 17,00. Ma ancora stamane, ci dicono le nostre fonti sul posto, la fiamma della torcia di sicurezza sputa fuoco ad altezza anomala. Sembra ci sia stata stanotte una abbondante perdita di zolfo solidificata sui tubi. Nessuno può entare nell’area dove sarebbe accaduto l’evento.

Il 29 luglio l’assessore Rosa aveva fatto sapere alla stampa di aver chiesto alla Total “di porre in essere tutte le azioni del caso al fine di evitare il ripetersi di tali eventi, anche qualora, dal punto di vista normativo, non vengano rilevati superamenti della soglia delle emissioni”. Non prima di aver diffidato la multinazionale “per l’inosservanza di quanto concordato con la Regione in merito alle tempestive comunicazioni di ogni evento o anomalia”.

Gianni Rosa viene continuamente gabbato e, con lui, tutti i lucani. Alla Total fanno quello che vogliono. Un’altra domanda: ma quell’impianto siamo certi che sia tecnologicamente avanzato?

tempa rossa
tempa rossa
tempa rossa