Covid, il vice ministro Sileri: se uno studente è positivo chiusura temporanea della scuola

Allo studio la possibilità di effettuare test molecolari rapidi

Nel caso in una classe qualcuno risultasse positivo al Coronavirus, dovranno essere fatti i controlli a tutti. Potrebbe scattare una chiusura temporanea, ma poi la scuola riapre”. Lo ha detto il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri a “Timeline” su Sky Tg24.

Poi l’esponente del Governo ha aggiunto che: “Dal punto di vista sanitario dobbiamo essere rigidi, ma le scuole devono ripartire. Ci aspettiamo un aumento del numero dei contagi e dei focolai però con il virus dobbiamo convivere… Per quanto riguarda la responsabilità legale dei presidi a mio parere ci dovranno essere degli sgravi, va fatta una discussione da cui emerga qualcosa di chiaro”.

ll ministero della Salute starebbe studiando insieme alle Regioni e alle Asl se –  in caso di presenza di un contagiato a scuola – sia possibile effettuare test molecolari immediati. Si tratterebbe insomma di un sistema di esami simile a quello che viene attuato in questi giorni negli aeroporti con chi torna da Paesi considerati a rischio per alto numero di positivi. Questo potrebbe contribuire a tranquillizzare i genitori, preoccupati per il rientro a scuola dei figli, i dirigenti scolastici e i docenti che possono trovarsi nella condizione di dover gestire le prime fasi del protocollo qualora un ragazzo mostrasse sintomi riconducibili al Covid.