Quantcast

Tutela ecosistema, le Organizzazioni sindacali dei Vigili del Fuoco: prorogare il Piano Antincendi Boschivi

In una lettera al presidente Bardi e alle altre autorità i caschi rossi lucani chiedono maggiore attenzione alla tutela dell’ecosistema

Riceviamo e pubblichiamo il testo integrale.

“Le scriventi OO.SS. del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, sono fortemente preoccupate sulla ricaduta generale del soccorso, in quanto la campagna AIB finanziata dalla Regione Basilicata terminerà il prossimo 31 agosto, facendo ricadere successivamente sulle squadre ordinarie, il peso degli incendi boschivi. In più occasioni abbiamo cercato di sensibilizzare le SS.LL. sulla necessità della proroga della convenzione, tenuto conto che gli incendi anche quest’anno stanno mettendo a dura prova i colleghi Vigili del Fuoco.

Infatti ad oggi, si registrano n°594 interventi di macchie mediterranee e sterpaglie, n° 43 incendi di bosco con n°17 richieste del mezzo aereo. Di particolare rilevanza è stato l’intervento effettuato in data 11 agosto u.s. nel comune di Montescaglioso (MT), dove un uomo di anni 67 è stato ritrovato carbonizzato a seguito di un incendio sui cui pende un’indagine.

Pertanto, risulterà difficile al solo personale in servizio ordinario far fronte al soccorso tecnico urgente ed al contrasto degli incendi boschivi contemporaneamente, tenuto contro, delle elevate temperature che ancora insistono su tutto il territorio. La “salvaguardia” della superficie boscata e di macchie mediterranee è patrimonio indispensabile per l’ecosistema e la prevenzione di frane e smottamenti, dove ai sensi della L.353/2000 è affidata appunto alla Regione. Quindi la proroga almeno al 15 settembre p.v. che, tra l’altro, collima con il D.P.G.R. n.85/2020 estendendo a tale data il periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi, sarebbe la scelta più oculata per le finalità di che trattasi.

Noi crediamo che la tutela della vita umana insieme alle bellezze naturali di questo pianeta, non debbano subire “tagli” di risorse, anzi. Tragedie e catastrofi andrebbero evitate, utilizzando il principio di “massima precauzione”. All’uopo, facciamo un accorato appello, affinché si recuperino ulteriori risorse prorogando la convenzione AIB in itinere assicurando così agli abitanti di questa regione, un servizio efficiente ed efficace.”

La lettera è indirizzata al presidente della Regione Bardi, Prefetto di Potenza, Prefetto di Matera, Direttore Regionale Vigili del Fuoco, Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Potenza, Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Matera