Quantcast

Nomina dg ospedale di Potenza, Fials Confsal: la magistratura rende giustizia ai lucani

La segretaria Bellitti commenta la sentenza del Tar

La sentenza del Tar Basilicata che di fatto decreta l’allontanamento di Barresi dall’Aor San Carlo segna la sconfitta della Giunta regionale e della politica incapace di individuare l’unica soluzione possibile ad una situazione sempre più disastrosa nella gestione del più importante ospedale lucano. E’ il commento di Luciana Bellitti, segretaria regionale della Confsal-Fials Basilicata.

C’è voluta dunque la magistratura ordinaria – aggiunge – per ripristinare i principi di legalità, trasparenza e corretta amministrazione che abbiamo, troppo spesso da soli, sempre sostenuto, sostituendosi all’incapacità politica ed istituzionale.

Noi – ricorda Bellitti – non ne abbiamo fatto mai una “questione personale” nonostante il crescere di contrasti e di tensioni con il management del San Carlo, volutamente contro il personale, quanto piuttosto di tutela e salvaguardia di interessi di tutto il personale del San Carlo, e dei cittadini che da troppi mesi non riescono ad avere la visita specialistica urgente e in tanti casi salva vita e sono costretti a rinforzare il lungo elenco dei nostri emigrati per salute in altre strutture sanitarie extraregionali.

Avevamo messo in guardia il Presidente Bardi e l’Assessore Leone sulle conseguenze di questa situazione, mai verificata in passato, chiedendo ripetutamente un intervento del presidente Bardi per sanare l’anomalia, forse unica nel sistema sanitario nazionale. Persino l’emergenza Covid-19 non ha in alcun modo modificato l’atteggiamento in difesa di Barresi.

Adesso – dice la segretaria Confsal-Fials Basilicata – ci aspettiamo una svolta epocale che cancelli quanto di negativo è avvenuto al San Carlo negli ultimi anni e ripristini, prima di tutto, corrette relazioni sindacali. Noi continueremo a fare il nostro compito e a vigilare perché la svolta avvenga realmente.