Quantcast

Potenza. “La sinistra Dorotea riponga il manuale Cencelli, è finita la stagione degli amici degli amici”

Il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Blasi, replica al centrosnistra su Acta

“Se esistesse in politica l’uso di un metadone specifico, questo andrebbe distribuito al Pd potentino e ai suoi sparuti alleati. Sarebbe molto utile.

Disintossicherebbe dall’abitudine al potere e ai suoi vizi. Dalla presunzione di essere gli unici capaci, politicamente corretti, borghesi quanto basta, abituati a saltare dai salotti buoni alle piazze della Cgil.

A Potenza, un anno fa, sono giunte al ballottaggio e si sono contese il seggio di sindaco, due forze opposte, ma entrambe in opposizione ai vizi della sinistra radical chic. Il prof. Tramutoli aveva costruito un cartello elettorale diverso e distante dal Pd.

Abbiamo vinto noi, costruendo una maggioranza, attorno al sindaco Guarente, con un impianto culturale legato al personalismo comunitario, ad un recupero della città, con al centro le sue donne e i suoi uomini, fatto di rinascita, ricostruzione morale, di legalità, di identità valoriale. Un progetto di città che parte dalle famiglie e dalle imprese, che lega i corpi sociali. Identitario quanto basta, soprattutto sociale.

L’attacco che ci giunge sulla nomina all’Acta dell’avvocato, Camillo Naborre, non ci scompone. Naborre è persona specchiata e professionalmente riconosciuta, gode di stima ampia non solo in ambito locale. A Lui va il nostro pieno sostegno e un augurio sincero di buon lavoro.

D’altronde non potevamo certo mantenere in piedi il sistema di potere precedente. Troppo comodo per il Pd e la finta sinistra di Leu. Troppo comodo lasciare nei posti di comando uomini del vecchio sistema. Noi non pratichiamo metodi dorotei. Non ci esercitiamo sul manuale Cencelli. Il cambiamento richiede impegno, dedizione, scelte mirate ed efficaci. La Lega di Potenza, con i suoi alleati, resterà compatta e solidale attorno a questi principi. Manterrà sempre accesa la fiammella del cambiamento. Con la guida sicura del nostro sindaco, con il lavoro competente di tutti gli assessori, proporremo ancora più nitidamente da settembre una visione di futuro e di città che sarà molto distante dalla vecchia politica ma assai vicina ai potentini.”

Gianmarco Blasi, capogruppo Lega Basilicata Consiglio comunale Potenza

Più informazioni su