Tempa Rossa, ci risiamo: la tregua è durata 48 ore, nuove fiammate dalla torcia di sicurezza

L’impianto è, come ci hanno raccontato, tecnologicamente avanzato? Quanti barili vengono estratti? Tutte le installazioni sono conformi alle normative?

“Dopo la mia diffida alla Total, il Ministero degli Interni convoca il comitato tecnico regionale per i rischi rilevanti. Speriamo, così, di chiarire, in maniera definitiva e trasparente, la causa delle fiammate. La perseveranza paga.” È quanto dichiara, sabato scorso, in tono propagandistico l’assessore all’Ambiente della Regione Basilicata, Gianni Rosa.

Stamane, 4 agosto, dopo circa 48 ore di tregua, riappare dalla torcia di sicurezza di Tempa Rossa, una fiammata di oltre 20 metri.

La perseveranza paga? A Chi?

Ritorniamo a fare una delle ultime domande: l’impianto di tempa rossa è, come ci hanno raccontato, tecnologicamente avanzato? Quanti barili vengono estratti? Tutte le installazioni sono conformi alle normative?

Quelle fiammate registrano continue anomalie. Se scatta il meccanismo di sicurezza quasi ogni giorno, qualche domanda bisogna pur farsela.

Nel frattempo, pare che Total si rifiuti di sedere al tavolo per ridiscutere modalità di selezione dei lavoratori e distribuzione delle assunzioni nei 10 comuni dell’area più Gorgoglione.

Arroganza che pare non sfiori la sensibilità della Giunta regionale. Staremo a vedere.

tempa rossa