Quantcast

Coronavirus, obbligo di mascherina all’aperto a Tito

L'ordinanza del sindaco, in seguito all'aumento dei casi, è in vigore dal 30 settembre al 7 ottobre

Nell’ambito del consiglio comunale che si è svolto il 29 settembre a Tito, è stata è stata decisa l’emissione di una ordinanza sindacale che rende obbligatorio a partire da oggi e fino al 07 ottobre, salvo nuove disposizioni, l’utilizzo della mascherina senza alcuna limitazione di orario da indossare correttamente coprendo naso e bocca, dal 30 settembre fino al 07 ottobre 2020 anche negli spazi aperti del territorio comunale maggiormente esposti al formarsi di assembramenti spontanei tra cui: parchi, spazi antistanti le chiese e le scuole, villa comunale, e comunque ogni qual volta non sia possibile garantire il distanziamento sociale fatta eccezione per i minori di anni 6 e per i soggetti che presentino forme di incompatibilità certificata con l’uso continuativo della mascherina.

Il provvedimento -fa sapere il sindaco, Graziano Scavone- si è reso necessario a seguito dell’aumento dei casi di malattia da coronavirus riscontrati nella nostra regione, con lo scopo di garantire quanto più possibile la sicurezza dei cittadini: “in un momento in cui la situazione epidemiologica è in progressivo aumento, dobbiamo mettere in atto tutte le misure di sicurezza di contrasto alla diffusione dei contagi.

Ovviamente, il nostro, è un patto di corresponsabilità con i cittadini -ha aggiunto Scavone- a cui chiediamo di attenersi alle regole nel rispetto della propria salute e di quella degli altri”