Furfanterie lucane

Non si può sempre far finta di niente e lasciar passare, “lucanamente”, ogni abuso. Perché è quel “far finta di niente” che tiene sottomessa questa regione alle mediocrità, alle furberie, alle cialtronerie di tutti i tipi

Non si può sempre far finta di niente e lasciar passare, “lucanamente”, ogni abuso. Perché è quel “far finta di niente” che tiene sottomessa questa regione alle mediocrità, alle furberie, alle cialtronerie di ogni specie.

Circola un sedicente giornale, che si autodefinisce “Mensile di informazione”, distribuito gratuitamente a Potenza e in altre località della Basilicata: si chiama “il Federiciano.” Ebbene, questi signori riempiono le loro pagine copiando integralmente, finanche il titolo e le foto degli articoli, inchieste e editoriali già pubblicati da Basilicata24 e firmati dai suoi giornalisti.

Proprietà intellettuale nostra rubata senza alcuno scrupolo su cui appongono la firma presunti autori a noi assolutamente sconosciuti. Un furto in piena regola.

Sappiamo del far west che caratterizza il panorama editoriale e giornalistico della Basilicata, ma non siamo mai arrivati a questo punto.

L’opinione pubblica sia informata. Quegli articoli sono il frutto del nostro sforzo quotidiano di giornalisti onesti. È un delitto non solo copiarli, ma ancor più grave attribuirne la firma ad altri. Siamo mortificati e allo stesso tempo feriti.

“L’audacia dei furfanti è fatta, per molta parte, della timidezza degli onesti.” E noi non siamo timidi. Smettetela di rubare il nostro lavoro. Gli articoli, le inchieste e gli editoriali di Basilicata24 sono frutto dello sforzo quotidiano della nostra redazione. Chi si appropria dell’opera intellettuale altrui sostituendosi al vero autore, commette un reato grave.

Autorizziamo l’editore e il direttore del Mensile “il Federiciano” a copiare e pubblicare integralmente questo articolo.

Alcuni, solo alcuni, degli articoli copiati

federiciano
federiciano
federiciano
federiciano
federiciano
federiciano