Potenza, consiglieri di maggioranza: “Lasciamo alle opposizioni le sterili e inutili polemiche”

Approvate le modifiche al regolamento Taric

I Gruppi Consiliari della Maggioranza in Consiglio Comunale  (Lega, Fratelli di Italia, Forza Italia, Potenza civica, Idea e  Per la città) in una nota esprimono grande soddisfazione per i risultati raggiunti nella seduta appena conclusa del Consiglio Comunale.

Di seguito la nota

“Si è partiti dalla approvazione dell’Ordine del Giorno proposto dal Gruppo consiliare di Forza Italia volto a favorire l’apertura di un Ufficio Postale di Poste Italiane nel  popoloso quartiere di Macchia Romana. Il voto favorevole di questa mattina è dunque il primo concreto passo, dopo anni di poco interesse per le richieste degli abitanti di quella zona di Potenza, verso il riequilibrio dei servizi offerti a quei cittadini, così da evitare, effettivamente, discriminazioni rispetto ad altre realtà, anche meno densamente popolate. Da oggi, le interlocuzioni istituzionali con i competenti organi di Poste Italiane, già preliminarmente avviate dal Gruppo di Maggioranza di Forza Italia, avranno il compito di accelerare il processo di apertura dell’Ufficio Postale.

Ancora più importante per l’intera collettività potentina, la approvazione della modifica al regolamento Taric che consentirà alle attività commerciali (PMI) ed ai professionisti della città di poter usufruire della misura straordinaria studiata dall’Assessorato alle attività produttive di Regione Basilicata.

Tutti i gruppi di maggioranza esprimono con orgoglio, per essere stati protagonisti attivi della vicenda, grazie al lavoro delegato al Gruppo consiliare di Forza Italia, un sentito ringraziamento al Presidente Bardi ed all’Assessore al ramo Franco Cupparo per l’ascolto che hanno voluto riservare alle richieste provenienti anche dall’Amministrazione Guarente.

Sin dai primi giorni di marzo 2020, dunque, agli albori dell’espandersi della Pandemia COVID-19  e del periodo di lock-down forzato, la maggioranza Guarente, per prima,  si era attivata in difesa delle attività produttive della città e dei suoi professionisti, invocando misure di sostegno e sollievo rispetto alla congiuntura economica che sarebbe derivare dal COVID-19.

Ebbene, con l’approvazione delle modifiche al regolamento TARIC, il Comune di Potenza riuscirà a dare un concreto beneficio alla platea delle attività commerciali interessate (si ribadisce PMI e professionisti) dalle difficoltà del periodo appena trascorso che potranno usufruire del versamento diretto di Regione Basilicata nelle casse del comune delle somme dovute a titolo di TARIC per l’anno in corso.

Grande esempio della buona amministrazione del centro destra in Basilicata e nella città, la sinergia multilivello tra enti, spesa in questi mesi per raggiungere l’obiettivo del contributo alle imprese in difficoltà, è anche punto di partenza per continuare a ragionare e programmare insieme alla Regione per risolvere, concretamente, nei limiti del possibile, i problemi dei nostri cittadini che per troppi anni erano rimasti inascoltati.

Mentre qualcuno  rincorre l’obiettivo di gettare fumo negli occhi della popolazione, tentando di intestarsi risultati, spunti od iniziative, la maggioranza Guarente, con il lavoro costante di tutti i consiglieri e gli assessori, continua a testa bassa a portare avanti buone azioni  amministrative nell’esclusivo interesse dei cittadini.

Fatti concreti, non parole. L’impegno profuso nella prima fase dai singoli consiglieri e portato avanti e fatto proprio dall’intera maggioranza ha portato il risultato, duplice, di alleviare il carico economico gravante sulle attività commerciali – da un lato – e di fornire alla Amministrazione “entrate certe” e non solo figurative o presunte, così riuscendo – dall’altro lato – anche a provvedere alle spese della gestione della partecipata ACTA SPA. Con la odierna modifica al regolamento TARIC  e con il relativo  avviso pubblico di Regione Basilicata, infatti, dando seguito alla programmazione ideata a monte dell’impegno dei partiti di maggioranza, si riuscirà a salvaguardare i difficili equilibri di bilancio dell’ACTA, soggetto a cui – tempo addietro – qualcuno ha forse troppo frettolosamente trasferito, senza un disegno di assieme, le responsabilità in ambito di gestione della TARIC, senza guardare alla necessità di garantire la effettiva copertura delle spese ed il puntuale pagamento del salario dei lavoratori della società.

Alla opposizione lasciamo, per contro, le sterili ed inutili ormai abituali polemiche terminologiche e cavillose, ma certamente non politiche e non rivolte alla cura dell’interesse dei cittadini e della Città.

I consiglieri di maggioranza al Comune di Potenza