Sanità, Cifarelli (PD): il commissariamento dell’Asm svela il vero obiettivo del centrodestra

"Mi sembra chiaro il tentativo di voler di controllare e non governare la sanità lucana"

Ci aspettavamo chiarezza dalla conferenza stampa che il centrodestra ha tenuto ieri a Matera per dirimere le nebbie intorno alla sanità della Basilicata ed invece abbiamo assistito, a quanto riportano le cronache, ancora una volta al tentativo di imbrogliare le acque senza far capire, al di là di slogan buoni per ogni circostanza, quale direzione Bardi e Leone vogliano intraprendere per davvero.

O meglio, le certezze in effetti cominciano ad arrivare se è vero che Bardi ha dichiarato che “Matera e Potenza fanno parte di un unico presidio sanitario”. Quindi l’autonomia materana è già stata cancellata e la bozza di riordino non è soltanto una bozza, ma rappresenta le reali intenzioni del governo regionale. Se a questo si aggiunge, poi, la conferma di quanto era già nell’aria, vale a dire l’annuncio del commissariamento dell’Azienda Sanitaria di Matera, il disegno si fa ancora più chiaro.

Mi domando, infatti, su quale base giuridica ciò accadrà e se non fosse stato più logico, invece, pubblicare il bando per la nomina del nuovo direttore generale. Che senso ha sostituire l’attuale e provvisorio direttore generale con un altrettanto provvisorio commissario? Mi sembra chiaro il tentativo di voler di controllare e non di governare la sanità lucana.”

E’ quanto scrive Roberto Cifarelli, capogruppo Pd in Consiglio regionale, in una nota alla stampa.