Quantcast

Telefono Donna su stupro Pisticci: “Ci costituiremo parte civile”

L'associazione esprime così la piena solidarietà alle due ragazzine vittime di violenza sessuale di gruppo

L’Associazione Telefono Donna esprime la volontà di costituirsi come parte civile nel processo che vedrà come parti lese le due giovani donne vittime del brutale stupro di Marconia.

In questo modo  -scrive l’associazione in una nota- vogliamo esprimere la solidarietà e vicinanza alle due ragazze, di tutte le donne lucane che sicuramente si riconoscono nel lavoro trentennale del Telefono Donna a sostegno delle donne vittime di violenza.

Per la violenza subita dalle due ragazzine nella notte tra il 7 e l’8 settembre scorsi a Marconia di Pisticci sono stati arrestati quattro giovani di età compresa tra i 19 e i 23 anni, altri tre sono indagati per il momento a piede libero e un altro è ricercato.

Anche il Comune di Pisticci, attraverso la sindaca Viviana Verri ha annunciato che si costituirà parte civile nel processo a carico dei violentatori.