Trasporto urbano, Potenza non può permettersi di arrivare impreparata alla riapertura della scuola

I consiglieri di centrosinistra hanno presentato un'interrogazione

I consiglieri comunali del centrosinistra di Potenza con una nota intervengono sui trasporti in città chiedendo in un’interrogazione chiarimenti su cosa si sta facendo per risolvere le numerose criticità che attanagliano il settore.

Di seguito la nota.

Mancano oramai davvero pochi giorni all’ inizio (in presenza) del nuovo anno scolastico. Nonostante questo, siamo costretti a constatare la situazione di totale paralisi in cui versa ancora il trasporto pubblico urbano all’interno della nostra città. Dobbiamo evidenziare, purtroppo, la totale assenza di un piano da parte dell’azienda che gestisce in proroga il servizio di trasporto, in grado di consentire la ripartenza delle attività scolastiche nelle condizioni di massima efficienza e sicurezza.

Per questa ragione, era indispensabile interrogare l’amministrazione comunale in merito allo stato dell’arte.

Diverse ed urgenti sono le questioni da “sbrogliare”.

C’è da chiarire se  se e come l’Azienda Trotta, che gestisce in proroga il servizio di trasporto per il Comune, abbia provveduto da marzo ad oggi ad assicurare il contenimento del rischio di contagio;
se sugli autobus siano stati installati appositi dispenser per la distribuzione di soluzioni disinfettanti ad uso dei passeggeri;
se sugli autobus siano stati contrassegnati con appositi marker i posti che eventualmente non possono essere occupati;
con quali modalità e cadenze temporali siano avvenute e ad oggi vengono effettuate la sanificazione e l’igienizzazione dei mezzi di trasporto;
se il personale dipendente dell’Azienda sia stato dotato di dispositivi di protezione individuale e quali misure siano state adottate o si pensi di adottare a tutela della salute degli operatori;
quali strumenti di monitoraggio e controllo siano stati attivati per garantire l’osservanza delle disposizioni per il contenimento dei contagi e per verificare il corretto recepimento delle misure per il contenimento della diffusione del Covid-19 da parte dell’Azienda;
se i passaggi degli autobus e gli orari siano stati adeguati alla programmazione degli istituti scolastici;
come si pensa di far fronte all’incremento di utenza, ed in particolare se si è pensato a servizi aggiuntivi;
⦁quanti siano ad oggi i mezzi a disposizione dell’Azienda e lo stato di manutenzione dei medesimi.

Ecco, abbiamo posto tutti questi urgenti interrogativi  al Sindaco e all’Amministrazione Comunale. Le risposte che abbiamo ricevuto, francamente non ci soddisfano: si parla di “Verifiche in corso da parte degli uffici preposti” e concretamente di poco altro. La nostra città non può permettersi di arrivare impreparata all’appuntamento con la ripartenza delle attività didattiche. Ogni famiglia deve avere delle garanzie e deve poter mandare con la necessaria serenità i propri figli a scuola.
La situazione epidemiologica delle ultime ore, tra l’altro, invita tutti noi  a mantenere l’allerta massima: non possiamo consentire atteggiamenti superficiali o improvvisazioni di sorta.

L’Amministrazione Comunale batta un colpo, prima che sia troppo tardi.

I Consiglieri di Centrosinistra