Concessioni marittime, dopo la protesta dei balneari lucani se ne discuta in Consiglio regionale

I consiglieri del Pd, Cifarelli e Pittella, sollecitano il presidente Cicala

I consiglieri regionali del Pd, Roberto Cifarelli e Marcello Pittella, chiedono al presidente del Consiglio regionale, Cicala, una discussione sulle concessioni demaniali marittime in Basilicata.

Di seguito la nota di Cifarelli e Pittella.

A seguito del sit in di protesta nella giornata di ieri dei balneari di Basilicata davanti al palazzo della Regione, per lamentare la mancata estensione delle concessioni demaniali marittime fino al 2033 secondo quanto previsto dalla legge nazionale 145/2018, recepita con D.G.R. n.155 del 25 febbraio 2019, ho deciso questa mattina di richiedere al Presidente del Consiglio regionale l’iscrizione al primo Consiglio regionale utile la discussione della P.d.L. n.37/2020 “Concessioni Demaniali Marittime in Basilicata” di iniziativa del sottoscritto e del collega Marcello Pittella.

Una Proposta di Legge, depositata il 6 maggio scorso e da allora ancora ferma nella III Commissione Consiliare Permanente, che si propone di dare forza di legge a quanto già previsto dalla succitata D.G.R. n. 155/2019, i cui adempimenti sono ancora incomprensibilmente fermi al palo, in modo da dare risposte certe e celeri, in merito all’estensione della validità delle concessioni in essere al 31 dicembre 2033, ai numerosi operatori balneari.

Mi auguro che nella prima seduta utile il Consiglio regionale possa mettere un punto definitivo su questa incresciosa vicenda, tranquillizzando un settore, già fortemente provato dall’emergenza del Covid-19, che rappresenta un pezzo importante del PIL regionale.

Roberto Cifarelli e Marcello Pittella consiglieri regionali Pd Basilicata