Covid, Irsina ripiomba nell’incubo: 52 nuovi casi positivi, sarà zona rossa

Il sindaco ha disposto la didattica a distanza per tutte le scuole. Vietati i mercati e chiusi i parchi

Irsina ripiomba nell’incubo covid. Nella serata di ieri il sindaco Massimo Morea ha annunciato la presenza di 52 nuovi casi positivi emersi dai tamponi effettuati, lo scorso 28 ottobre, sui contatti stretti di alcune persone che erano risultate contagiate.

Lo stesso primo cittadino ha fatto sapere di aver ricevuto comunicazione dal direttore del Dipartimento Sanità della Regione che nella giornata di oggi la città sarà dichiarata zona rossa.

Irsina, si ricorderà, era stata già “chiusa” a causa dell’alto numero di contagi nei mesi della prima fase della pandemia.

Appresa la notizia delle nuove positività il sindaco ha disposto la didattica a distanza per tutte le scuole, vietato il commercio ambulante fisso, quello occasionale era già stato vietate, e chiuso i parchi e gli impianti sportivi. Anticipata la chiusura degli esercizi commerciali alle 20, fatta eccezione per le farmacie, le parafarmacie e i ristoranti per asporto.

Tra oggi e domani la Asm provvederà al tracciamento di tutti i contatti delle persone che hanno contratto il virus. Saranno effettuati già a partire dalle 15 di oggi tamponi a tappeto alle categorie più esposte.

Morea, che non nasconde la preoccupazione, ha invitato tutti i cittadini a rispettare le regole per evitare la diffusione incontrollata dei contagi.