Quantcast

Emergenza Covid, Uil Fpl: potenziare reparti di Malattie Infettive a Potenza e Matera

Per il sindacato occorre aumentare i posti letto e le risorse umane

La Uil Fpl in una nota evidenzia l’importanza del potenziamento delle Unità operative di Malattie Infettive degli ospedali di Matera e Potenza.

Di seguito la nota

La Uil Fpl già nel mese di maggio aveva sottolineato il grande lavoro dell’Unità operativa delle Malattie infettive di Potenza e Matera, che si sono prodigate e si stanno prodigando in questo momento di grande emergenza. In passato le Unità operative di Malattie infettive sono state impropriamente depotenziate, sia a livello nazionale e sia a livello regionale. Infatti nella nostra regione si assiste ancora alla difficile gestione dei due reparti tra Potenza e Matera, distanti 100 km tra loro, che in un’emergenza come questa comporta non poche complicazioni sulla gestione clinica dei due reparti.

In particolare, nel tempo si è determinato un depauperamento delle risorse umane, nonostante gli infettivologi e gli operatori sanitari, dovessero affrontare prima di questa pandemia Covid 19, altre patologie virali quali la sepsi, patologie croniche e cure contro l’Aids e il virus Ebola. Ecco perché oggi più che mai lanciamo ancora una volta un appello alla politica a fare ulteriori riflessioni e potenziare celermente queste unità operative magari scindendole tra loro e dotandole di un nuovo modello organizzativo al passo con i tempi per affrontare con più serenità questa pandemia.

Occorre inoltre da subito, oltre che aumentare i posti letto, potenziare le Unità operative di Potenza e Matera e dotarle ulteriormente di tutti i mezzi di protezione adeguati fornendo, nel contempo, anche delle scorte certe e sicure. Infatti, sono questi i problemi che ci stanno segnalando gli operatori che vogliono operare al meglio ed in piena sicurezza. Occorre non abbassare la guardia e ad oggi il reparto è sold-out con tanti pazienti ricoverati, tanto che si è riaperto il reparto Covid.

Le Unità operative vanno potenziate e sostenute e soprattutto, occorre incentivare ulteriormente detto personale alla pari degli altri operatori che non hanno tra l’altro ancora ricevuto il premio Covid spettante.

L’appello lo ha fatto anche l’ordine professionale degli infermieri di Potenza, diffondendo una nota indirizzata a tutte le massime istituzioni che va esattamente nella direzione che come Uil Fpl ribadiamo da tempo: assumere, urgentemente “Oss, infermieri e tecnici di laboratorio” per l’ emergenza coronavirus è indispensabile.

Prorogare i contratti in scadenza e procedere alle stabilizzazione dei precari. Infatti i turni massacranti degli operatori che stanno effettuando in questi giorni in Malattie infettive ne sono la testimonianza. Ci sono operatori che ci hanno contattato e sono veramente allo stremo, per cui occorre intervenire con la massima celerità.”